Autore: redapost

Alloro: Proprietà e Benefici

L’alloro, nome scientifico Laurus nobilis, è un sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauraceae. La pianta è in possesso di diverse proprietà terapeutiche che vedremo in seguito. L’alloro può raggiungere i 10 metri di altezza anche se nei giardini viene coltivato come siepe e quindi, normalmente, non supera i 2 metri di altezza.

L’alloro è anche noto col nome lauro, è originario del Mediterraneo. Ai tempi degli antichi romani veniva utilizzato per incoronare e rendere onore a personaggi illustri e ai valorosi combattenti vincitori in battaglia.

Ai nostri tempi invece, grazie alle sue proprietà aromatiche, viene utilizzato soprattutto in cucina per aromatizzare i cibi.

Calorie 

100 gr di alloro hanno un apporto calorico pari a 313 kcal. 

Alloro: Proprietà e Benefici

Diabete

Uno studio del 2013 ha esaminato gli effetti dell’olio essenziale di lauro sul diabete mellito. Questa patologia è caratterizzata da un elevato livello di glucosio nel sangue a causa di una parziale o totale insufficienza dell’insulina. Anche se attualmente la patologia viene curata con insulina ed anti diabetici orali, la scienza è alla continua ricerca di nuovi farmaci e rimedi naturali.

primi risultati degli esperimenti in vitro mostrano che l’olio essenziale ottenuto dalle foglie inibisce l’α-glucosidasi. Questa proprietà suggerisce che l’olio intero potrebbe essere efficace nel trattamento del diabete.

Uno studio del 2009 sostiene che l’assunzione giornaliera di 1-3 gr al giorno di alloro può aiutare a ridurre i livelli di glucosio e di colesterolo nelle persone con diabete. Questi benefici secondo ai ricercatori sono da imputare ai polifenoli che sono potenti composti antiossidanti.

Digestivo

Con le sue foglie si preparano un liquore ed un infuso dalle spiccate proprietà digestive. L’infuso, oltre ad aiutare le digestione, purifica il tubo digerente e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali.

Antibatterico

Uno studio del 2012 ha esaminato le proprietà antibatteriche ed antiossidanti dell’olio essenziale estratto dalle foglie di alloro. I suoi componenti principali sono l’eucaliptolo (27,2%), il linalolo (8,4%), il metilugenolo (5,4%), il sabinene (4%) ed il carvacrolo (3,2%).

I risultati hanno mostrato una forte attività antibatterica contro i batteri patogeni e contro i residui alimentari deteriorati. Questi risultati suggeriscono che l’olio essenziale di lauro ha un potenziale come alternativa naturale ai conservanti alimentari sintetici.

Calcoli Renali

Uno studio del 2014 ha valutato se l’estratto di foglie di alloro avesse proprietà utili a prevenire i calcoli renali. I ricercatori hanno rilevato che le foglie di lauro, insieme ad altre 8 erbe medicinali, erano in grado di ridurre la quantità di ureasi nel corpo.

L’ureasi è un’enzima che, in dosi eccessive, può causare disturbi gastrici compresi i calcoli renali. I ricercatori hanno però affermato che sono necessarie ulteriori ricerche per confermare tale proprietà.

Convulsioni

In un recente studio i ricercatori hanno scoperto che l’estratto di foglie di alloro è efficace nel proteggere i ratti contro le convulsioni. ora si attendono ulteriori conferme derivanti da studi sugli esseri umani. Se così fosse l’estratto di alloropotrebbe essere impiegato nel trattamento dell’epilessia.

Diuretico

Ha anche proprietà diuretiche ed antispasmodiche, favorisce cioè il rilassamento della muscolatura contratta. La sua assunzione è consigliabile alle donne perché è in grado di apportare benefici durante il ciclo mestruale.

La sua assunzione stimola ed aumenta il flusso andando così a diminuirne ildolore.

Espettorante

Le sue proprietà terapeutiche apportano benefici anche all’apparato respiratorio. Alcuni suoi costituenti svolgono funzione espettorante contrastando catarro e tosse grassa.

Ferite

Gli studi sugli animali finora hanno dimostrato che le proprietà dell’estratto di foglie possono ridurre l’infiammazione nell’area della ferita. Ora i ricercatori sono ottimisti sul fatto che le foglie potrebbero funzionare anche sugli esseri umani. Se così fosse la tradizione popolare di utilizzare le foglie di lauro per la guarigione delle ferite avrebbe finalmente un fondamento scientifico.

Artrite e Reumatismi

Gli studi confermano che nella terapia del massaggio l’olio essenziale è noto per alleviare i dolori causati dall’artrite e dai reumatismi.

Benefici al Sistema Nervoso

Le foglie della pianta sono utilizzate i diverse terapie, dalla cura dell’anoressia alla cura del raffreddore e dell’influenza ma non solo. Le proprietà dell’alloro o lauro, sono utili anche in caso di malattie legate al sistema nervoso, infezioni intestinali, infiammazioni della bocca e dolori reumatici.

Antitumorale

Secondo gli studi il composto chimico lauroside B isolato nel Laurus nobilis è uninibitore della proliferazione cellulare del melanoma umano (tumore della pelle).

Uno studio del 2014 suggerisce che l’estratto di foglie di alloro è un opzione naturale che potrebbe aiutare nel trattamento del tumore al seno. Secondo i ricercatori in infatti l’estratto può uccidere per apoptosi le cellule del tumore al seno.

Un ulteriore ricerca pubblicata su Nutrition and Cancer suggerisce che il lauropotrebbe essere utili nel trattamento del tumore al colon retto.

Sinusite

In caso di sinusite si consiglia l’utilizzo di in decotto o di un infuso di alloro. Grazie alla presenza di oli, il lauro apporta benefici in caso di influenza ed aiuta a ridurre la secrezione nasale.

Gengive e Voce

Per problemi alle gengive causati da infezioni si possono fare gargarismi con un bicchiere d’ acqua in cui sono state fatte bollire 10 foglie di alloro. Funziona anche in caso di abbassamento della voce. La pianta ha inoltre proprietà anti reumatiche.

Infuso di Alloro

Per la preparazione dell’infuso è necessario prendere 3/4 foglie, spezzettarle e riporle in una tazza insieme ad un po’ di scorza di limone. Nella tazza va poi versata dell’acqua bollente che va lasciata riposare per circa un quarto d’ora. In seguito si filtra e si addolcisce con miele o zucchero. Bere quando è ancora caldo.

L’infuso non ha solamente proprietà digestive. Si può utilizzare anche per mestruazioni dolorose, come antispasmodico ed in casi di bronchite.

Decotto di Alloro

Il decotto di alloro si utilizza prevalentemente per pediluvi e bagni rilassanti. Si prepara mettendo una manciata di foglie a bollire in una pentola d’acqua per circa 20 minuti. Al termine si filtra il decotto e lo si versa nella vasca insieme all’acqua per il bagno. In alternativa lo si può utilizzare per un pediluvio rilassante e tonificante.

Attenzione

Attenzione a non confondere la pianta dell’alloro Laurus nobilis con quella velenosa del Lauroceraso (Prunus laurocerasus).

Controindicazioni 

Non somministrare ai bambini con meno di 6 anni né alle persone con allergierespiratorie.

Alcuni composti dell’ alloro potrebbero creare complicazioni alle donne in gravidanza per cui, in questo caso, se ne sconsiglia l’uso.

Curiosità

L’olio essenziale si ottiene dalle foglie essiccate e dai rametti con il metodo della distillazione in corrente di vapore.

Si pensa che il nome della pianta prenda le sue origini dal verbo latino laudari. Forse è anche per questo motivo che il lauro veniva utilizzato per (lodare) incoronare le persone famose ed i combattenti vittoriosi.

È una pianta molto utilizzata nella medicina cinese e nella Medicina Ayurveda.

È conosciuto fin dall’antichità per le sue proprietà terapeutiche ed i suoi benefici sulla salute umana. Nelle opere letterarie di Ippocrate e di Plinio vi sono molti riferimenti alle proprietà terapeutiche della pianta.

La pianta dell’alloro è molto resistente e cresce bene su ogni tipo di terreno, resiste sia al caldo torrido che al freddo rigido.

Anche il termine laurea pare essere collegato al nome latino della pianta Laurus. Allo stesso modo in cui la pianta veniva utilizzata per la consacrazione dei vincitori il suo nome venne adottato per indicare il raggiungimento del podio più alto in termini di studio.

Le foglie vanno colte possibilmente durante la stagione primaverile. In questo periodo infatti sono più ricche di principi attivi.

Con le foglie fresche e l’alcool a 95° si può preparare un liquore con proprietàdigestive.

Alcune foglie aggiunte alla cottura dei legumi li rendono più digeribili. Le sue bacche invece vengono utilizzate per aromatizzare alcuni tipi di birra.

Le foglie si possono utilizzare per evitare che nei cereali si formino le tignole della farina. È sufficiente posizionare alcune foglie fresche di alloro all’interno degli armadietti in cui si conserva riso, farina etc.

Fonte: Alloro: Proprietà e Benefici

Read Full Article

Emangiomi Infantili: Sintomi, Cause e Trattamenti

Un emangioma è una forma di tumore benigno che colpisce i bambini, è per questo anche detto emangioma infantile o angioma infantile.

Colpisce le cellule dell'endotelio dei vasi sanguigni, la parete che li riveste internamente, e provoca una smisurata proliferazione delle sue cellule.

Generalmente un bambino è affetto da un solo emangioma, ma possono essercene anche più di uno in contemporanea, sparsi in luoghi diversi del corpo.

Questo tumore infatti può colpire sia la pelle, con il nome di emangioma capillare, sia gli organi interni, con il nome di emangioma cavernoso.

Le forme più comuni sono comunque quella cutanea e quella del fegato anche se non mancano casi di emangioma a cervello, occhi o stomaco.

Può essere localizzato sia sulla superficie che nell'ipoderma adiposo, con una prevalenza nelle zone di guance, labbra e palpebre superiori. La sua comparsa avviene spesso nelle prime due settimane di vita, ma non è presente fin dalla nascita, fattore che lo distingue dalle ben diverse anomalie vascolari congenite.

Vuoi saperne di più? Clicca su link per maggiori informazioni.

Sintomi

A meno che non comporti danneggiamenti a qualche organo per via del suo aumento di dimensioni, l'emangioma degli organi interni non provoca alcun sintomo.

La sua natura benigna porta ad una totale assenza di sintomi e spesso viene scoperto a causa di controlli di routine o effettuati per altri disturbi.

Capitano alcuni casi di difficoltà respiratorie, digestive o di minzione causate dalla sua crescita sproporzionata che portano alla scoperta.

L'emangioma cutaneo invece è ben visibile con un aumento di dimensioni della pelle che diventa di colore dal rosso vivo al blu/grigio a seconda della profondità del tumore.

Può assumere varie forme a seconda di come cellule e vasi sanguigni crescono che vanno da una bolla a formazioni informi con superficie zigrinata.

Non provoca generalmente dolore o fastidio e all'inizio può essere confuso con altre patologie temporanee della pelle. La diagnosi avviene tramite ecografia e TAC per accertarne dimensioni e formazione, a volte associate ad esame istologico che conferma la natura benigna.

Cause

Le cause di questo tumore sono attualmente sconosciute anche se alcuni studi hanno portato alla luce varie correlazioni. Anzitutto l'emangioma sembra essere tipico di zone di ipossia dei tessuti molli, ovvero aree poco irrorate che vanno in carenza di ossigeno.

Poi si è riscontrato un possibile fattore scatenante nell'aumento di estrogeni nel sangue che segue la nascita. Attualmente si conducono studi su un possibile ruolo del tessuto della placenta in gravidanza che però sono ancora agli inizi.

Decorso e terapia

Non provocando alcun sintomo doloroso o alcun danno il tumore non è assolutamente pericoloso anche se spesso antiestetico.

Più della metà dei casi però si riassorbe spontaneamente entro i 5 o 6 anni di vita. La quasi totalità invece scompare entro i 10 anni lasciando al massimo piccole tracce quasi invisibili.

Nel caso questo non dovesse accadere o la formazione fosse particolarmente grande e problematica esistono diverse terapie sia farmacologiche che chirurgiche.

Read Full Article

Rabarbaro: Proprietà e Benefici

La pianta del rabarbaro, nome scientifico Rheum Officinale, appartiene alla famiglia delle Polygonaceae. La pianta è originaria della Cina e cresce sia in Europa che in Asia. È una pianta perenne caratterizzata dalla presenza di grandi foglie e piccoli fiori. Le prime informazioni che riguardano le sue proprietàterapeutiche ci giungono dalla Cina. A fornirle è l’imperatore cinese Shen Nung  vissuto nel 2.700 a.C. Egli descrive appunto le qualità del rabarbaro nel suo libro di erbe medicinali.

Il nome rabarbaro deriva da due parole greche: ra che significa pianta e barbaron che sta a indicare che questa pianta era solitamente coltivata da popolazioni barbare. La pianta è abbastanza robusta e si adatta bene al clima ed al terreno in cui cresce. L’unica necessità che ha è quella di una buona irrigazione, soprattutto nei periodi di siccità.

Questo vegetale è anche ricco di antiossidanti tra i quali ci sono gli antociani e le proantocianidine.

Calorie   

Molto basse le calorie, 100 grammi di rabarbaro, hanno un apporto di 21 kcal.

Rabarbaro: Proprietà e Benefici 

Digestivo e Lassativo

Gli antichi romani e i greci lo utilizzavano in modo massiccio grazie alle sue proprietà terapeutiche. Il suo impiego principale è quello lassativo. Se assunto sotto forma di tisana prima dei pasti, può portare alcuni benefici al fegato ed alla digestione.

Contiene antrachinoni, composti che hanno proprietà lassative, dal lato opposto contiene anche tannini che hanno invece effetto astringente. Se assunto in piccole dosi il rabarbaro ha proprietà astringenti mentre in dosi più elevate funge da blando lassativo.

Scottature e Ferite

Da secoli è conosciuta la sua attività antinfiammatoria e, per uso esterno, viene impiegato per curare scottature e ferite.

Infezioni Intestinali

Viene impiegato in fitoterapia per combattere le infezioni dell’intestino. Infatti, grazie alle sue proprietà, riequilibra la situazione della mucosa intestinale.

Stitichezza e Diarrea

Questo vegetale viene spesso menzionato per le sue proprietà purgative che vengono usate per facilitare i movimenti intestinali. Secondo alcuni studi, se assunto in modo corretto (è necessario consultare un medico), può anche aiutare ad alleviare la stitichezza in modo naturale.

Continua

Fonte: Rabarbaro: Proprietà e Benefici

Read Full Article

LONDRA, 7 maggio 2018 /PRNewswire/ — GI Supply, Inc. ha annunciato oggi che il suo Tatuaggio endoscopico Spot® Ex ha ricevuto il marchio CE ed è ora disponibile in Europa.  Spot Ex® viene utilizzato per contrassegnare endoscopicamente il tessuto canceroso, le lesioni sospette e i polipi per un”identificazione futura più semplice nelle procedure di colonoscopia di follow-up o durante l”intervento chirurgico.  Si tratta dell”unico tatuaggio endoscopico ad avere indicazioni di sorveglianza clinica di lungo termine che danno ai gastroenterologi la possibilità di implementare le nuove linee guida ESGE

‘I progressi nello screening e nelle terapie stanno aiutando a ridurre i decessi da tumore del colon-retto in tutta Europa. La polipectomia e l”EMR sono ora competenze comuni per i gastroenterologi e consentono ai pazienti di curare i tumori senza la necessità della chirurgia tradizionale’, ha affermato il Professor Cesare Hassan, Primario dell”unità di endoscopia dell”Ospedale Nuovo Regina Margherita di Roma.  ‘Le nuove linee guida ESGE formulate dagli esperti più riconosciuti al mondo raccomandano il followup di lungo termine dei pazienti che sono stati sottoposti a queste procedure, per rilevare e trattare le recidive in modo da ridurre il rischio di tumori di intervallo’.  Il Professor Hassan inoltre ha aggiunto: ‘Sono molto lieto di avere Spot Ex perché si tratta dell”unico tatuaggio indicato per la sorveglianza clinica di lungo termine’.

Le nuove linee guida ESGE raccomandano il tatuaggio di tutte le lesioni che necessitano di follow-up in occasione di colonoscopie o interventi chirurgici futuri (Ferlitsch 2017).  Spot Ex® è l”unico tatuaggio endoscopico ad avere indicazioni di sorveglianza clinica di lungo termine. 

Inoltre la nuova formulazione di Spot Ex è molto più scura del prodotto Spot attuale e questo rende il tatuaggio più facile da ritrovare e aiuta gli endoscopisti e i chirurghi a gestire le pressioni di tempo e produttività. Sono stati condotti due nuovi studi clinici per verificare la visibilità al 100% di Spot nelle procedure di follow-up fino a 11 anni più tardi. (Cano 2017 e Jackson 2017). 

‘La nostra missione a GI Supply è aiutare sempre più medici gastrointestinali ad eseguire procedure endoscopiche più avanzate in modo sicuro ed efficiente, e Spot Ex è un enorme passo in avanti per soddisfare tali esigenze’, ha affermato Luke Johnson, AD di GI Supply. ‘Siamo lieti di poter ampliare la disponibilità di Spot Ex in Europa e di fornire ai medici un passo in avanti nella lotta contro il tumore del colon-retto’. 

Informazioni su GI SupplyGI Supply, Inc., un”azienda privata con sede a Camp Hill, PA, è stata fondata quasi 30 anni fa dal Dott. Frank Jackson, un gastroenterologo e imprenditore, per aiutare a risolvere molte delle difficoltà cliniche affrontate nella pratica quotidiana.  Oggi i prodotti GI Supply sono utilizzati ogni giorno in tutto il mondo da gastroenterologi e chirurghi del colon-retto in oltre 50 paesi.

Maggiori informazioni su Spot Ex a http://www.spotextattoo.eu

Trovate un distributore europeo di Spot Ex

INFORMAZIONI DI CONTATTO

Media

Contatto: Caroline Abrego, Direttore di marketing europeo

Telefono: +44 7831482380

Email: c.abrego@gi-supply.com

 

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/629087/GI_Supply_Spot_Ex.jpg

Logo – https://mma.prnewswire.com/media/629086/Spot_Ex_Logo.jpg

Per aiutare i gastroenterologi e i chirurghi a implementare le nuove linee guida della Società Europea di Endoscopia Gastrointestinale (ESGE).

Read Full Article

Il miele artigianale

Tra gli alimenti più  buoni e più venduti troviamo sicuramente il miele, che viene considerato tra i cibi naturali per eccellenza, arrivando questo direttamente dalle api.

Negli ultimi anni la raffinazione del miele ha subito numerose modifiche che l’hanno portato a diventare un prodotto sempre più industrializzato perdendo i numerosi principi nutritivi presenti nei mieli artigianali, che in passato venivano usati anche in medicina, ne sono un esempio, i famosi rimedi della nonna per curare il raffreddore  e la tosse.

L’Italia rimane una delle principali nazioni produttrici di miele e tra questi ce sono molti che hanno scelto di produrre il miele artigianale, utilizzando le antiche tecniche e i  nuovi mezzi di comunicazione, ad esempio portali come rifugio delizia per la vendita del miele online.

La produzione del miele artigianale

La produzione del miele artigianale viene fatta in luoghi immersi nella natura e lontano da fonti d’inquinamento che possono essere centri abitati, autostrade, infatti, molti apicoltori decidono di mettere i propri laboratori all’interno di parchi naturali per salvaguardare le api ed evitare ogni tipo di contaminazione del miele.

Il lavoro delle api nella produzione del miele

Nella produzione del miele hanno sicuramente una grande importanza e le api, in particolar modo quella bottinatrice che si occupa si di raccogliere dai fiori quella che sarà la materia prima da utilizzare per fare il miele.

Il compito dell’ape nella produzione del miele è quello per prima cosa di trovare il nettare, un liquido zuccherato che presenta un forte odore, che serve ad attirare gli insetti, inoltre è possibile raccogliere la melata dai tronchi degli alberi.

Una volta finita la raccolta, le api tornano all’alveare, dove si occupano di versare fuori il miele e la melata che sono stati raccolti.

La problematica in questo caso è che il miele è un prodotto pieno d’acqua e viene quindi preso dalle api operaie che si occupano di immagazzinarlo per andare a ridurre quelle che sono le quantità d’acqua presenti.

Che cosa fa l’apicoltore

Finito, questo primo processo arriva il turno dell’apicoltore, il cui primo compito è di allontanare dall’alveare le api ed estrarre una parte del miele, che viene inserito dalle api all’interno delle celle che vengono chiuse con tappi di cera, che vengono poi tagliati per far uscire il miele.

La seconda fase prevede la filtrazione del miele, necessaria per eliminare le impurità e questo viene quindi pastorizzato a una temperatura di circa 35 gradi, decisamente inferiore a quella che si utilizza per i mieli industriali, per evitare la cristallizzazione e arrivare allo stato semiliquido che vediamo all’interno dei vasetti.

 

Read Full Article

Perché seguire un corso di primo soccorso

Seguire un corso di primo soccorso è molto importante per entrare in contatto con la cultura della sicurezza che dovrebbe contraddistinguere tutti i nostri comportamenti quotidiani: grazie a questa opportunità, infatti, è possibile usufruire delle nozioni basilari che permettono di far fronte a eventuali situazioni di emergenza con cui si potrebbe avere a che fare sul posto di lavoro, in occasione di un evento sportivo o in qualsiasi altro contesto. Un corso del genere mette a disposizione i mezzi e le competenze che servono per prestare il primo soccorso pur non essendo medici qualificati.

Come ci spiega Life Academy che si occupa di corsi di primo soccorso a Udine, quando si parla di primo soccorso, infatti, si fa riferimento all'insieme di interventi che devono essere messi in atto nei confronti di chi ne ha bisogno mentre si aspetta l'arrivo di personale specializzato. Come si può facilmente intuire, in situazioni di questo tipo è fondamentale essere tempestivi. In alcuni ambiti, per altro, seguire un corso di primo soccorso è addirittura obbligatorio: per esempio in tutte le aziende con almeno un socio lavoratore o un dipendente. In tali imprese è necessario, sulla base di quanto previsto dal d. lgs. n. 81 del 2008, individuare un responsabile del primo soccorso, da cui dipendono la sicurezza e la salute dei lavoratori nelle emergenze.

Al di là degli obblighi di legge, chiunque dovrebbe prendere parte a un corso di primo soccorso, anche se non si lavora in un'azienda. Le tematiche che vengono affrontate mettono a disposizione una panoramica variegata e completa di tutti gli interventi che devono essere effettuati nelle emergenze: spesso si tratta di comportamenti che fanno la differenza tra la vita e la morte. Con lezioni di teoria e lezioni di pratica, si impara a riconoscere e identificare le emergenze sanitarie e ad attuare gli interventi di primo soccorso, oltre che ad allertare i sistemi di soccorso, sempre tenendo in considerazione i rischi specifici delle diverse attività.

Il primo soccorso può essere fondamentale in molteplici occasioni: di fronte a una persona in arresto cardiaco, per esempio, o quando si ha a che fare con un soggetto in preda a una crisi asmatica. Ancora, è necessario intervenire di fronte a una reazione allergica, a una crisi convulsiva, a uno shock, a un'emorragia esterna dovuta a un incidente, e così via. Sapere in che modo ci si deve comportare in tali circostanze permette anche di evitare manovre non corrette che possono rischiare di peggiorare lo stato di salute e le condizioni della vittima. 

Read Full Article

Detergenti green, come smaltirli?

Cari lettori, in questo articolo di oggi abbiamo voglia di parlarvi dei detergenti green. Vi siete mai chiesti come questi possono essere smaltiti all'interno della raccolta differenziata?

Detergenti green, quali sono e come usarli?

Negli ultimi 10 anni si è diffuso sempre di più l'uso e la moda di realizzare da sé alcuni detergenti green. Credo che la maggior parte dei saponi o creme hanno una base salina e oleosa. Per capire quanto stiamo dicendo possiamo fare tranquillamente riferimento ai saponi fatti in casa con una base di olio d'oliva, o qualsiasi altro detergente da utilizzare all'interno della doccia come può essere lo scrub.

Considerate che tali detergenti, che sono destinati alla cura della bellezza del corpo sono realizzati con delle sostanze compatte e possono avere una durata di conservazione medio alta. Nel caso degli scrub, o di qualsiasi altra crema per il corpo realizzato con una fase oleosa, il tempo di conservazione consigliato è quello di 2 mesi, successivamente il prodotto comincia la sua fase di decomposizione.

Da qui sorge la domanda che dà vita al nostro articolo: come possono essere smaltiti i detergenti green? Questo tipo di detergenti essendo realizzati con una serie di alimenti, ad esempio il sale tipico della conservazione, possono essere smaltiti all'interno dei rifiuti organici. Ovviamente per avere un quadro più chiaro della situazione, potete fare riferimento ad agenzie che operano nel settore come la Nieco (clicca qui).

Come realizzare uno scrub per il corpo

Dopo aver parlato delle modalità secondo cui dovrebbero essere smaltiti alcuni detergenti green, all'interno di questo nostro articolo abbiamo voglia di spiegarvi come possono essere realizzati alcuni di questi prodotti che vanno utilizzati per la cura del corpo.

La crema più semplice che possiamo realizzare, facilmente e senza tanti articolati passaggi, senza ombra di dubbio, è lo scrub. Questo tipo di detergente intimo deve essere utilizzato all'interno della doccia. La composizione è un mix di sale e olio d'oliva, che successivamente può essere mixato anche con altri alimenti, un esempio classico il tuffo del caffè oppure insieme del miele e dello zucchero di canna destinato però alla cura del viso e delle labbra. Come potete ben immaginare realizzarli molto semplice e successivamente vanno messe all'interno di un barattolo in vetro, o in plastica, e successivamente conservati per un periodo non più lungo di 2 mesi massimo tre.

Read Full Article

ILLUMINARE UNA STANZA IN MANIERA NATURALE

Se una stanza riceve una tenue luce indiretta, dovuta alla sua posizione a nord o al contrario, la sua posizione a sud lascia entrare la luce persistente del sole, è importante sapere come sfruttare la luce che entra.
Ad esempio, prima di scegliere una combinazione di colori, prendere in considerazione l'esposizione alla luce della stanza, che può influire notevolmente sulla percezione dei colori stessi e sull'atmosfera della stanza.
Ecco alcuni consigli su come fare per gettare una "nuova luce" attraverso un buon uso della luce naturale.

NORD
Una camera con esposizione a nord riceve una luce indiretta di colore neutro.
Gli artisti, ad esempio, di solito preferiscono lavorare alla luce del nord, perché crea il minor numero di ombre e rimane abbastanza costante.
Questo può essere un ottimo spunto per scegliere un arredamento di ispirazione "scandinava", con pareti chiare e mobili dipinti in bianco grigiastro. Oppure, per sfruttare al massimo la luce disponibile, ma riscaldarla allo stesso tempo, scegliere caldi e tenui come il rosa, corallo, giallo o crema.
 

SUD
Anche le pareti bianche assumono un aspetto "cremoso" se soggette alla abbacinante luce del tanto agognato sole meridionale. Il Sud, offrendo una condizione di luce persistente e abbondante, è ideale per posizionare cucine, uffici e qualsiasi altro luogo in cui si spende un sacco di tempo durante il giorno.
In questo caso, persiane o tapparelle possono aumentare, dove serve, la protezione dal sole, ma all'occorrenza permettono di essere aperte per approfittare della fonte luminosa naturale.

Nelle stanze con esposizione a sud, illuminate dai caldi raggi del sole durante il giorno, può essere utle utilizzare colori "freddi" e "rinfrescanti" come azzurri e verdi ; i toni del marrone donano, aiutati dalla luce del sole, un aspetto più caldo alla stanza.
 

EST
L'esposizione a oriente fornire la mattina la luce del sole, permettendo di cominciare la giornata in maniera ottimista ed esuberante; quindi è un'esposizione adatta a camere da letto e zone colazione.

Sulle pareti un giallo tenue aiutarà a sentire sensazioni positive e ad aumentare i livelli di energia. Oppure per aumentare il senso di spaziosità di un ambiente, con questo tipo di luce "pallida", conviene scegliere colori freddi, come il blu, verde o bianco, e mantenere gli arredi al minimo.
 

OVEST
Una stanza con esposizione a occidente, riceve la luce del sole da metà pomeriggio, rendendola un luogo eccellente per posizonare una sala TV o un angolo lettura. Una finestra panoramica rivolta a ovest , una veranda o un patio consentono di godere di tramonti spettacolari. Tuttavia, la luce del sole pomeridiano getta una luce rosa che va a "condizionare" va a i colori in una stanza; i toni blu virano al malva, i gialli appaiono arancioni e i verdi appaiono marrone.
Meglio utilizzare combinazioni di colori come quelli nei toni crema e in genere tutti i colori chiari. D'altro canto, il rosso ( e le sue sfumature) può essere una buona scelta per l'esposizione a ovest, poiché assorbe la luce ma non vira, in più riesce a creare ambienti molto intimi, caratterizzati da contrasti "drammatici" .Ultimo consiglio: la luce del sole pomeridiano è forte ed è in grado di distruggere i tessuti delicati e sensibili, una tenda ad esempio in garza di lino diffonde la luce più forte e offre una certa protezione per altri prodotti materiali nella stanza. 

Read Full Article

Prendersi cura della propria salute è una buona abitudine che inizia a tavola. E’ proprio attraverso l’attenzione che poniamo ai cibi che ingeriamo che possiamo iniziare a vivere una vita sana ed equilibrata, riuscendo ad apportare al nostro organismo le vitamine ed i sali minerali necessari per poter affrontare al meglio una giornata di studio o di lavoro. A tal proposito ricordiamo che un’ottima fonte di nutrienti utili al nostro corpo può essere rappresentata da porzioni di frutta e verdura, non sempre però essa viene consumata con facilità e nelle forme più adatte per reperire il massimo del potere nutritivo. Per ovviare a questo tipo di problema è stato inventato l’estrattore, un elettrodomestico che trova nel modello Siquri Juicepeace la sua massima aspirazione. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Quali sono le caratteristiche del Siquri Juicepeace?

Una delle caratteristiche peculiari di un estrattore è senza ombra di dubbio la possibilità di poter lavorare a freddo, permettendo così agli alimenti di conservare al 100% inalterate le proprie caratteristiche nutritive. L’estrattore produce in questo modo dei succhi che hanno come minimo comune denominatore la salubrità, non dimentichiamo infatti che oltre ad essere degli ottimi coadiuvanti per diete dimagranti, gli estratti sono anche ottimi prodotti per chi svolge attività sportiva. I prodotti che possiamo ricavare dalla spremiture a freddo con questo elettrodomestico sono succhi di corposità molto differente a seconda delle impostazioni che vengono date alla macchina, è però importante dire che attraverso la tecnologia Cold Press essi mantengono salvaguardati i sali minerali, gli enzimi e le vitamine presenti naturalmente nella frutta e nella verdura. Il grande potere estrattivo di questo macchinario è da attribuirsi alla sua potenza, con soli 32 giri al minuto infatti riesce a convertire rapidamente i vostri prodotti ortofrutticoli da solidi a liquidi lavorando attentamente sulla loro consistenza e privandoli allo stesso tempo di semi e scarti come possono essere ad esempio le bucce.

L’attenzione ai dettagli: una mission centrata in pieno.

L’estrattore SiQuri JuicePeace è particolarmente apprezzato perché riesce a preparare succhi in grado di mantenere la sicurezza alimentare e la tranquillità nei suoi utilizzatori, tutto ciò è reso possibile perché esso è stato progettato con materiali certificati BPA free studiati appositamente per garantire al cliente un alto livello di resa e una vita prolungata dell’elettrodomestico. Le contaminazioni esterne sono praticamente assenti, proprio per questo è stato inserita nel design, già accattivante di suo, la tecnologia del tappo antigoccia che ne rende facile la pulizia. L’igiene è una cosa molto importante, per questo motivo la pulizia di questo estrattore è facilitata dal sistema di smontaggio 3 in 1, ogni sua parte inoltre è lavabile in lavastoviglie, fatta eccezione per la parte centrale provvista di motore.

Energia pronta da bere.

Per poter godere appieno delle proprietà degli estratti è bene sapere che essi devono essere consumati subito, sarebbe inoltre meglio che essi venissero prodotti con frutta e verdura fresche di stagione prodotte da agricoltura biologica. I succhi hanno delle proprietà antiossidanti molto spiccate, per questo motivo vengono utilizzati da uomini e donne di tutte le età e che hanno deciso di optare per uno stile di vita sano. Il loro potere energizzante è particolarmente apprezzato dagli studenti e da chi svolge attività fisica intensa ed ha bisogno di reintegrare le sostanze perse con la sudorazione. Il succo è da considerarsi decisamente più indicato rispetto alla frutta e alla verdura fresca, questo perché, a parità di nutrimenti, è molto più facile da digerire e più facile da assimilare.

Read Full Article

Iodio: Proprietà e Benefici

Lo iodio è un microelemento presente in piccole quantità nell’organismo umano. Le sue proprietà però svolgono un ruolo essenziale per il buon funzionamento del corpo. Il suo simbolo chimico è I ed il suo numero atomico è 53.

La parola iodio deriva dal termine greco ioeidēs che significa viola a causa dei vapori viola che rilascia quando viene riscaldato. Lo iodio è concentrato quasi esclusivamente nella tiroide, una ghiandola molto importante del nostro corpo che è situata alla base del collo.

Lo iodio è un componente essenziale di due ormoni prodotti dalla tiroide: triiodotironina T3 e tiroxina T4. Questi ormoni regolano il metabolismo della maggior parte delle cellule ed hanno un ruolo vitale nelle prime fasi dello sviluppo di vari organi, in particolar modo il cervello.

Gli studi ci informano che una carenza di iodio dovuta ad una scarsa assunzione di alimenti che lo contengono, porta ad una produzione insufficiente dei due ormoni. Tale carenza influenza in modo  negativo gli organi in fase di sviluppo.

Iodio: Proprietà e Benefici

Lo iodio, come abbiamo scritto in precedenza, pur essendo presente in piccole quantità, riveste un ruolo essenziale nel nostro organismo. Il suo giusto dosaggiopermette alla tiroide di lavorare correttamente per la produzione degli ormoni tiroidei.

Tasso metabolico

Lo iodio influenza quindi il funzionamento della ghiandola tiroidea nella produzione di ormoni che sono importanti per il controllo del metabolismo basale dell’organismo.

Gli studi suggeriscono che gli ormoni come la triiodotironina e la tiroxina hanno proprietà che influenzano la pressione sanguigna, la temperatura del corpo, il peso e la frequenza del battito cardiaco.

Energia

Questo microelemento ha un ruolo fondamentale nel mantenimento dei livelli di energia ottimali. Questo avviene tramite l’utilizzo delle calorie impedendo che queste vengano immagazzinate sotto forma di grasso.

Continua

Fonte: Iodio: Proprietà e Benefici

Read Full Article