Categoria: Salute e Benessere

In linea con il suo impegno sul fronte del trattamento completo per lictus cerebrale, Stryker ribadisce limportanza di riconoscere i segni dellictus cerebrale e di iniziare subito un trattamento. L”ictus cerebrale è un”importante causa di mortalità a livello globale che determina ogni anno il decesso di sei milioni di persone, mentre altri cinque milioni di individui vanno incontro a disabilità permanenti.[1] Un ictus provoca la morte di circa 1,9 milioni di neuroni al minuto, un fattore che rende essenziale riconoscere i suoi segnali di allarme per procedere a un trattamento tempestivo e ridurre il rischio di effetti a lungo termine.

Per vedere la multimedia news release clicca qui: https://www.multivu.com/players/uk/8433051-stryker-act-fast-witnessing-signs-of-stroke/

Lictus richiede di agire tempestivamente con i segni F.A.S.T.
L”ictus presenta quattro segni di allarme comuni che sono noti con l”acronimo ‘FAST’, ovvero Face, Arms, Speech, Time (viso, braccia, linguaggio e tempo). ‘Face’ indica un emivolto cadente o la linea della bocca irregolare. Quanto ad ‘Arms’, un individuo colpito da ictus può fare fatica a sollevare le braccia alla stessa altezza e a mantenere questa posizione. ‘Speech’ si riferisce alla difficoltà a pronunciare le parole, a dire frasi di senso compiuto o a seguire le istruzioni date. Il tempo (‘Time’) è un fattore fondamentale: se un individuo dovesse evidenziare questi sintomi, è fondamentale chiamare immediatamente i servizi di emergenza medica.

Campagna di sensibilizzazione 

La Giornata mondiale contro l”ictus cerebrale organizzata dalla World Stroke Organization (WSO) è una campagna annuale per la sensibilizzazione sulla prevenzione dell”ictus e sul suo trattamento. Stryker si augura che i segni dell”ictus cerebrale diventino inconfondibili in tutto il mondo.

‘Siamo orgogliosi di sostenere attivamente la Giornata mondiale contro l”ictus cerebrale. L”ictus cerebrale è una patologia devastante che colpisce più di 17 milioni di persone ogni anno’ ha affermato Mark Paul, Presidente della divisione neurovascolare di Stryker. ‘La nostra speranza è che attraverso le costanti campagne di sensibilizzazione sull”ictus cerebrale riusciremo un giorno a ridurre la mortalità e le disabilità correlate a tale patologia’.

Per ulteriori informazioni sull”ictus e per contribuire a far conoscere i suoi segnali di allarme, è possibile visitare il sito http://www.somesignssavelives.com. Il sito è disponibile in otto lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, portoghese, spagnolo, mandarino e giapponese.

Informazioni su Stryker 

Stryker è una delle aziende di tecnologia medica leader al mondo. In collaborazione con i suoi clienti, è estremamente motivata a migliorare il settore sanitario. Stryker offre prodotti e servizi innovativi nel campo dell”ortopedia, delle attrezzature medico-chirurgiche, delle neurotecnologie e della colonna vertebrale che consentono di migliorare i risultati per i pazienti. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito http://www.stryker.com.

[1] World Stroke Campaign, https://www.worldstrokecampaign.org/learn.html [Ultimo accesso il 1° ottobre 2018]

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/774267/Act_FAST_Infographic.jpg )

Video: 
     https://www.multivu.com/players/uk/8433051-stryker-act-fast-witnessing-signs-of-stroke/

KALAMAZOO, Michigan, October 25, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

In linea con il suo impegno sul fronte del trattamento completo per lictus cerebrale, Stryker ribadisce limportanza di riconoscere i segni dellictus cerebrale e di iniziare subito un trattamento. L”ictus cerebrale è un”importante causa di mortalità a livello globale che determina ogni anno il decesso di sei milioni di persone, mentre altri cinque milioni di individui vanno incontro a disabilità permanenti.[1] Un ictus provoca la morte di circa 1,9 milioni di neuroni al minuto, un fattore che rende essenziale riconoscere i suoi segnali di allarme per procedere a un trattamento tempestivo e ridurre il rischio di effetti a lungo termine.

Per vedere la multimedia news release clicca qui: https://www.multivu.com/players/uk/8433051-stryker-act-fast-witnessing-signs-of-stroke/

Lictus richiede di agire tempestivamente con i segni F.A.S.T.
L”ictus presenta quattro segni di allarme comuni che sono noti con l”acronimo ‘FAST’, ovvero Face, Arms, Speech, Time (viso, braccia, linguaggio e tempo). ‘Face’ indica un emivolto cadente o la linea della bocca irregolare. Quanto ad ‘Arms’, un individuo colpito da ictus può fare fatica a sollevare le braccia alla stessa altezza e a mantenere questa posizione. ‘Speech’ si riferisce alla difficoltà a pronunciare le parole, a dire frasi di senso compiuto o a seguire le istruzioni date. Il tempo (‘Time’) è un fattore fondamentale: se un individuo dovesse evidenziare questi sintomi, è fondamentale chiamare immediatamente i servizi di emergenza medica.

Campagna di sensibilizzazione 

La Giornata mondiale contro l”ictus cerebrale organizzata dalla World Stroke Organization (WSO) è una campagna annuale per la sensibilizzazione sulla prevenzione dell”ictus e sul suo trattamento. Stryker si augura che i segni dell”ictus cerebrale diventino inconfondibili in tutto il mondo.

‘Siamo orgogliosi di sostenere attivamente la Giornata mondiale contro l”ictus cerebrale. L”ictus cerebrale è una patologia devastante che colpisce più di 17 milioni di persone ogni anno’ ha affermato Mark Paul, Presidente della divisione neurovascolare di Stryker. ‘La nostra speranza è che attraverso le costanti campagne di sensibilizzazione sull”ictus cerebrale riusciremo un giorno a ridurre la mortalità e le disabilità correlate a tale patologia’.

Per ulteriori informazioni sull”ictus e per contribuire a far conoscere i suoi segnali di allarme, è possibile visitare il sito http://www.somesignssavelives.com. Il sito è disponibile in otto lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, portoghese, spagnolo, mandarino e giapponese.

Informazioni su Stryker 

Stryker è una delle aziende di tecnologia medica leader al mondo. In collaborazione con i suoi clienti, è estremamente motivata a migliorare il settore sanitario. Stryker offre prodotti e servizi innovativi nel campo dell”ortopedia, delle attrezzature medico-chirurgiche, delle neurotecnologie e della colonna vertebrale che consentono di migliorare i risultati per i pazienti. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito http://www.stryker.com.

[1] World Stroke Campaign, https://www.worldstrokecampaign.org/learn.html [Ultimo accesso il 1° ottobre 2018]

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/774267/Act_FAST_Infographic.jpg )

Video: 
     https://www.multivu.com/players/uk/8433051-stryker-act-fast-witnessing-signs-of-stroke/

KALAMAZOO, Michigan, October 25, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

Seqirus, azienda leader nella prevenzione dell”influenza, ha annunciato oggi che il suo vaccino influenzale quadrivalente prodotto su colture cellulari (QIVc) ha ottenuto il parere positivo, per luso a partire dai nove anni detà, da parte del Comitato che valuta i Farmaci per lUso Umano (CHMP) dellAgenzia Europea del Farmaco (EMA). Subordinatamente all”approvazione definitiva da parte della Commissione Europea, Seqirus prevede di lanciare il vaccino in Europa per la stagione influenzale 2019/20 e di commercializzarlo come FLUCELVAX® TETRA[1].

     (Logo: https://mma.prnewswire.com/media/771972/Seqirus_Logo.jpg )

Il vaccino quadrivalente QIVc è stato approvato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2016 e protegge da quattro ceppi di virus dell”influenza: A(H3N2), A(H1N1) e due ceppi del virus di tipo B.[2]  Il vaccino QIVc è ottenuto con il metodo innovativo di produzione basato su colture cellulari che consente di evitare mutazioni di virus che si possono invece verificare utilizzando il metodo di produzione tradizionale su uova. Il vaccino quadrivalente prodotto su colture cellulari offre pertanto maggiore corrispondenza fra i ceppi virali del vaccino e quelli circolanti rispetto ai vaccini ottenuti con il metodo di produzione tradizionale basato su uova e può offrire una migliore protezione in molte stagioni influenzali.[4]

Siamo molto lieti di questo parere positivo che ci porta più vicino a rendere disponibile questa tecnologia davvero innovativa in Europa‘ ha dichiarato Gordon Naylor, Presidente di Seqirus. ‘Siamo pronti a collaborare con le autorità sanitarie e i medici vaccinatori per mettere a disposizione il nuovo vaccino il più velocemente possibile e aiutare a risolvere il problema della rilevante mortalità e del significativo numero di ricoveri correlati allinfluenza in questo continente‘.

A giugno di quest”anno lautorità regolatoria statunitense FDA ha presentato dati che dimostrano che i vaccini antinfluenzali ottenuti su colture cellulari sono stati associati ad una riduzione delle ospedalizzazioni rispetto ai vaccini influenzali tradizionali nella stagione 2017/18.[5] Seqirus ha collaborato con partner scientifici per raccogliere ulteriori dati derivanti dall”uso in condizioni di vita reale per quella stessa stagione, che renderà noti nelle prossime settimane. La maggior disponibilità, negli Stati Uniti e in Europa, dei vaccini prodotti su colture cellulari nelle prossime stagioni offrirà ulteriori occasioni per approfondirne l”efficacia.

Seqirus produce il vaccino influenzale quadrivalente basato su colture cellulari nei suoi impianti all”avanguardia del North Carolina (Stati Uniti), sviluppati in collaborazione con le autorità governative per combattere i pericoli dell”influenza.[6] L”azienda è stata in grado di aumentare rapidamente la produzione e questo la rende il maggior produttore mondiale di vaccini basati su questa tecnologia. Negli Stati Uniti fornisce oltre 20 milioni di dosi di vaccino influenzale quadrivalente basato su colture cellulari per l”attuale stagione e ha la capacità di soddisfare una domanda superiore, compresa quella in Europa.

Il vaccino influenzale quadrivalente basato su colture cellulari integrerà il portafoglio di prodotti Seqirus disponibili in Europa che già comprende il vaccino influenzale adiuvato per chi ha 65 anni o più.

Si prevede entro fine anno la Commissione Europea esaminerà la raccomandazione del CHMP ai fini dell”autorizzazione all”immissione in commercio del vaccino influenzale quadrivalente prodotto su colture cellulari.

LInfluenza Stagionale in Europa  

L”influenza stagionale è una malattia infettiva comune altamente contagiosa che può causare grave morbilità e complicanze che mettono a rischio la vita per molte persone. Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC) stima che siano 15.000 – 70.000 le persone che ogni anno in Europa muoiono per complicanze dovute all”influenza e promuove la vaccinazione annuale come il metodo più efficace per prevenire l”influenza.

Seqirus 

Seqirus fa parte del Gruppo CSL Limited (ASX:CSL) che ha sede centrale a Melbourne in Australia,  oltre 20,000 addetti e attività in più di 60 paesi.

Seqirus è nata il 31 luglio 2015 dall”acquisizione da parte di CSL del ramo d”azienda vaccini influenzali di Novartis e dalla sua successiva integrazione con bioCSL. E” una delle prime aziende nel contrasto e nella prevenzione dell”influenza a livello mondiale e partner di riferimento nella predisposizione delle più efficaci difese contro gli eventi pandemici.

Seqirus dispone di impianti produttivi all”avanguardia negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in  Australia e produce vaccini antinfluenzali sia coltivando il virus in uova sia da colture cellulari, oltre che adiuvante proprietario. L”azienda vanta altissime capacità in ambito Ricerca & Sviluppo, un ampio portafoglio differenziato di prodotti e presenza commerciale in oltre 20 paesi.

Per maggiori informazioni visitate il sito http://www.seqirus.com e http://www.csl.com.

Bibliografia  

  1. Data on File. Summit, NJ: Seqirus USA Inc; 2018.
  2. FLUCELVAX QUADRIVALENT (Influenza Vaccine) [package insert]. Summit, NJ: Seqirus USA Inc; 2018.
  3. Rajaram S., Van Boxmeer J., Leav B., et al. (2018). Retrospective evaluation of mismatch from egg-based isolation of influenza strains compared to cell-based isolation and the possible implications for vaccine effectiveness. Presented at IDWeek 2018, October 2018.
  4. Centres for Disease Control (CDC). Cell-Based Flu Vaccines. November 2016. https://www.cdc.gov/flu/protect/vaccine/cell-based.htm Accessed October 2018.
  5. Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) Presentation Slides: June 2018 Meeting. https://www.cdc.gov/vaccines/acip/meetings/slides-2018-06.html Accessed October 2018. 
  6. This project has been funded in whole or in part with Federal funds from the Office of the Assistant Secretary for Preparedness and Response, Biomedical Advanced Research and Development Authority, under contract numbers HHSO100200600012C, HHSO100200700030C, HHSO100200900101C and HHSO100201200003I

Contatto per i giornalisti   
Paolo Pedemote Havas PR Milan
+39-335-7292934
paolo.pedemonte@havaspr.com

MAIDENHEAD, Regno Unito, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

Menarini Ricerche ha annunciato oggi l”inizio del trial clinico B-PRECISE-01, uno studio di fase Ib multicentrico che valuterà la sicurezza e l”efficacia di MEN1611 in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant. Lo studio arruolerà pazienti con cancro al seno avanzato o metastatico (a/m), PIK3CA-mutata, HER2-positivi che hanno precedentemente fallito la terapia anti-HER2.

     (Logo: http://mma.prnewswire.com/media/520214/Menarini_Ricerche_Logo.jpg )

     (Logo: https://mma.prnewswire.com/media/770614/Logo_B_Precise_Logo.jpg )

MEN1611 è un inibitore della PI3K di classe I ad uso orale che ha dimostrato un”elevata attività verso isoforme con p110α mutate e minima inibizione delle isoforme δ. Menarini ha licenziato la molecola da Chugai Pharmaceuticals a Novembre 2016, dopo il completamento dello studio di fase I (PA-799EU) che ha dimostrato un profilo di sicurezza promettente.

Menarini, in collaborazione con un”ampia rete di centri oncologici d”eccellenza (incluso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York e il Vall d”Hebron Institute of Oncology di Barcellona), ha condotto ulteriori ricerche precliniche usando diversi modelli animali. In questi esperimenti, MEN1611, da solo o in combinazione, ha mostrato attività antitumorale contro un pannello di tumori solidi dove la mutazione PI3K ha un”importante impatto negativo sulla prognosi e la risposta al trattamento.

Lo studio B-PRECISE-01 di MEN1611 sarà condotto nei maggiori centri clinici oncologici europei in Italia, Spagna, Belgio, Francia, Regno Unito e Olanda. Lo studio è disegnato per identificare la dose ottimale di MEN1611 da somministrare in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant, e per raccogliere evidenze preliminari di un”attività clinica in pazienti con cancro al seno HER2+ a/m. Durante lo studio B-PRECISE-01, Menarini lavorerà attivamente per espandere l”investigazione clinica di MEN1611 sia nel cancro al seno che in altri tumori solidi dal difficile trattamento, dove PI3KCA rappresenta un target terapeutico promettente.

‘Una componente chiave della strategia di Menarini in oncologia è lo studio di terapie mirate che possano essere sviluppate con approcci di medicina di precisione’, ha dichiarato Andrea Pellacani, MD, PhD, General Manager di Menarini Ricerche. ‘Il disegno dello studio clinico B-PRECISE-01 focalizzato su un sottogruppo di pazienti con alto medical need, selezionati in base allo specifico meccanismo d”azione di MEN1611, è completamente allineato con la nostra strategia e conferma assolutamente il nostro impegno nell”oncologia e nella medicina di precisione’.

Informazioni sul Gruppo Menarini 

Menarini è un” azienda farmaceutica italiana, 13° in Europa su 5.345 aziende e 35° al mondo su 21.587 aziende, con un fatturato di oltre 3,6 miliardi di Euro e 17.000 dipendenti. Il Gruppo Menarini ha sempre perseguito due obiettivi strategici: Ricerca e Internazionalizzazione ed è fortemente impegnata nella ricerca e sviluppo in oncologia. Come parte di questo impegno Menarini sta sviluppando 4 nuovi farmaci per il trattamento di tumori ematologici e/o tumori solidi. Due di questi sono biologici, in particolare l”anticorpo MEN1112 anti CD157 e l”anticorpo coniugato a tossina MEN1309, il cui target è CD205. Inoltre Menarini ha aggiunto di recente alla propria pipeline oncologica 2 piccole molecole: il doppio inibitore delle chinasi PIM/FLT3, chiamato MEN1703, e l”inibitore dell”enzima PI3K, chiamato MEN1611. Menarini è presente con i suoi prodotti in molte importanti aree terapeutiche tra cui, cardiologia, gastroenterologia, pneumologia, malattie infettive, diabetologia, infiammazione e analgesia.

Con 16 siti di produzione e 7 centri di Ricerca e Sviluppo, il Gruppo Menarini ha una forte presenza in Europa, Asia, Africa e Sud America. I farmaci Menarini sono disponibili in 136 paesi.

Per ulteriori informazioni visita il sito http://www.menarini.com

POMEZIA, Italia, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

Menarini Ricerche ha annunciato oggi l”inizio del trial clinico B-PRECISE-01, uno studio di fase Ib multicentrico che valuterà la sicurezza e l”efficacia di MEN1611 in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant. Lo studio arruolerà pazienti con cancro al seno avanzato o metastatico (a/m), PIK3CA-mutata, HER2-positivi che hanno precedentemente fallito la terapia anti-HER2.

     (Logo: http://mma.prnewswire.com/media/520214/Menarini_Ricerche_Logo.jpg )

     (Logo: https://mma.prnewswire.com/media/770614/Logo_B_Precise_Logo.jpg )

MEN1611 è un inibitore della PI3K di classe I ad uso orale che ha dimostrato un”elevata attività verso isoforme con p110α mutate e minima inibizione delle isoforme δ. Menarini ha licenziato la molecola da Chugai Pharmaceuticals a Novembre 2016, dopo il completamento dello studio di fase I (PA-799EU) che ha dimostrato un profilo di sicurezza promettente.

Menarini, in collaborazione con un”ampia rete di centri oncologici d”eccellenza (incluso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York e il Vall d”Hebron Institute of Oncology di Barcellona), ha condotto ulteriori ricerche precliniche usando diversi modelli animali. In questi esperimenti, MEN1611, da solo o in combinazione, ha mostrato attività antitumorale contro un pannello di tumori solidi dove la mutazione PI3K ha un”importante impatto negativo sulla prognosi e la risposta al trattamento.

Lo studio B-PRECISE-01 di MEN1611 sarà condotto nei maggiori centri clinici oncologici europei in Italia, Spagna, Belgio, Francia, Regno Unito e Olanda. Lo studio è disegnato per identificare la dose ottimale di MEN1611 da somministrare in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant, e per raccogliere evidenze preliminari di un”attività clinica in pazienti con cancro al seno HER2+ a/m. Durante lo studio B-PRECISE-01, Menarini lavorerà attivamente per espandere l”investigazione clinica di MEN1611 sia nel cancro al seno che in altri tumori solidi dal difficile trattamento, dove PI3KCA rappresenta un target terapeutico promettente.

‘Una componente chiave della strategia di Menarini in oncologia è lo studio di terapie mirate che possano essere sviluppate con approcci di medicina di precisione’, ha dichiarato Andrea Pellacani, MD, PhD, General Manager di Menarini Ricerche. ‘Il disegno dello studio clinico B-PRECISE-01 focalizzato su un sottogruppo di pazienti con alto medical need, selezionati in base allo specifico meccanismo d”azione di MEN1611, è completamente allineato con la nostra strategia e conferma assolutamente il nostro impegno nell”oncologia e nella medicina di precisione’.

Informazioni sul Gruppo Menarini 

Menarini è un” azienda farmaceutica italiana, 13° in Europa su 5.345 aziende e 35° al mondo su 21.587 aziende, con un fatturato di oltre 3,6 miliardi di Euro e 17.000 dipendenti. Il Gruppo Menarini ha sempre perseguito due obiettivi strategici: Ricerca e Internazionalizzazione ed è fortemente impegnata nella ricerca e sviluppo in oncologia. Come parte di questo impegno Menarini sta sviluppando 4 nuovi farmaci per il trattamento di tumori ematologici e/o tumori solidi. Due di questi sono biologici, in particolare l”anticorpo MEN1112 anti CD157 e l”anticorpo coniugato a tossina MEN1309, il cui target è CD205. Inoltre Menarini ha aggiunto di recente alla propria pipeline oncologica 2 piccole molecole: il doppio inibitore delle chinasi PIM/FLT3, chiamato MEN1703, e l”inibitore dell”enzima PI3K, chiamato MEN1611. Menarini è presente con i suoi prodotti in molte importanti aree terapeutiche tra cui, cardiologia, gastroenterologia, pneumologia, malattie infettive, diabetologia, infiammazione e analgesia.

Con 16 siti di produzione e 7 centri di Ricerca e Sviluppo, il Gruppo Menarini ha una forte presenza in Europa, Asia, Africa e Sud America. I farmaci Menarini sono disponibili in 136 paesi.

Per ulteriori informazioni visita il sito http://www.menarini.com

POMEZIA, Italia, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

Menarini Ricerche ha annunciato oggi l”inizio del trial clinico B-PRECISE-01, uno studio di fase Ib multicentrico che valuterà la sicurezza e l”efficacia di MEN1611 in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant. Lo studio arruolerà pazienti con cancro al seno avanzato o metastatico (a/m), PIK3CA-mutata, HER2-positivi che hanno precedentemente fallito la terapia anti-HER2.

     (Logo: http://mma.prnewswire.com/media/520214/Menarini_Ricerche_Logo.jpg )

     (Logo: https://mma.prnewswire.com/media/770614/Logo_B_Precise_Logo.jpg )

MEN1611 è un inibitore della PI3K di classe I ad uso orale che ha dimostrato un”elevata attività verso isoforme con p110α mutate e minima inibizione delle isoforme δ. Menarini ha licenziato la molecola da Chugai Pharmaceuticals a Novembre 2016, dopo il completamento dello studio di fase I (PA-799EU) che ha dimostrato un profilo di sicurezza promettente.

Menarini, in collaborazione con un”ampia rete di centri oncologici d”eccellenza (incluso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York e il Vall d”Hebron Institute of Oncology di Barcellona), ha condotto ulteriori ricerche precliniche usando diversi modelli animali. In questi esperimenti, MEN1611, da solo o in combinazione, ha mostrato attività antitumorale contro un pannello di tumori solidi dove la mutazione PI3K ha un”importante impatto negativo sulla prognosi e la risposta al trattamento.

Lo studio B-PRECISE-01 di MEN1611 sarà condotto nei maggiori centri clinici oncologici europei in Italia, Spagna, Belgio, Francia, Regno Unito e Olanda. Lo studio è disegnato per identificare la dose ottimale di MEN1611 da somministrare in combinazione con il trastuzumab, con o senza fulvestrant, e per raccogliere evidenze preliminari di un”attività clinica in pazienti con cancro al seno HER2+ a/m. Durante lo studio B-PRECISE-01, Menarini lavorerà attivamente per espandere l”investigazione clinica di MEN1611 sia nel cancro al seno che in altri tumori solidi dal difficile trattamento, dove PI3KCA rappresenta un target terapeutico promettente.

‘Una componente chiave della strategia di Menarini in oncologia è lo studio di terapie mirate che possano essere sviluppate con approcci di medicina di precisione’, ha dichiarato Andrea Pellacani, MD, PhD, General Manager di Menarini Ricerche. ‘Il disegno dello studio clinico B-PRECISE-01 focalizzato su un sottogruppo di pazienti con alto medical need, selezionati in base allo specifico meccanismo d”azione di MEN1611, è completamente allineato con la nostra strategia e conferma assolutamente il nostro impegno nell”oncologia e nella medicina di precisione’.

Informazioni sul Gruppo Menarini 

Menarini è un” azienda farmaceutica italiana, 13° in Europa su 5.345 aziende e 35° al mondo su 21.587 aziende, con un fatturato di oltre 3,6 miliardi di Euro e 17.000 dipendenti. Il Gruppo Menarini ha sempre perseguito due obiettivi strategici: Ricerca e Internazionalizzazione ed è fortemente impegnata nella ricerca e sviluppo in oncologia. Come parte di questo impegno Menarini sta sviluppando 4 nuovi farmaci per il trattamento di tumori ematologici e/o tumori solidi. Due di questi sono biologici, in particolare l”anticorpo MEN1112 anti CD157 e l”anticorpo coniugato a tossina MEN1309, il cui target è CD205. Inoltre Menarini ha aggiunto di recente alla propria pipeline oncologica 2 piccole molecole: il doppio inibitore delle chinasi PIM/FLT3, chiamato MEN1703, e l”inibitore dell”enzima PI3K, chiamato MEN1611. Menarini è presente con i suoi prodotti in molte importanti aree terapeutiche tra cui, cardiologia, gastroenterologia, pneumologia, malattie infettive, diabetologia, infiammazione e analgesia.

Con 16 siti di produzione e 7 centri di Ricerca e Sviluppo, il Gruppo Menarini ha una forte presenza in Europa, Asia, Africa e Sud America. I farmaci Menarini sono disponibili in 136 paesi.

Per ulteriori informazioni visita il sito http://www.menarini.com

POMEZIA, Italia, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

Rilasciato in data odierna dall”International Osteoporosis Foundation (IOF), un nuovo rapporto che esamina l”onere e la gestione delle fratture da fragilità ossea in sei Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito), ha messo in luce l”onere non evidente, ma molto reale, rappresentato dalle fratture da fragilità ossea, con un costo associato stimato di 37,5 miliardi di euro l”anno, che minaccia silenziosamente di paralizzare i sistemi sanitari europei.

Per vedere la multimedia news release clicca qui: https://www.multivu.com/players/uk/8421451-iof-warns-fragility-fractures-cost-billions/

Con l”invecchiamento della popolazione europea, la prevalenza di condizioni croniche, quali l”osteoporosi, è destinata ad aumentare, determinando così un incremento esponenziale della prevalenza delle fratture da fragilità ossea.

Ogni anno in questo sei Paesi UE si verificano 2,7 milioni di fratture da fragilità ossea. Si prevede che questo numero aumenti di un ulteriore 23% entro il 2030, con un ulteriore incremento dei relativi costi, stimato a 47 miliardi di euro nello stesso periodo. L”onere delle fratture da fragilità ossea supera quello di molte altre malattie corniche, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva [BPCO], l”artrite reumatoide e l”ipertensione.

Oltre all”onere economico, non si deve trascurare l”impatto fisico ed emotivo. Il professor John Kanis, presidente onorario dell”IOF, spiega: ‘In Europa, oltre 20 milioni di persone sono affette da osteoporosi. In tutto il mondo, le fratture da fragilità ossea colpiscono una donna su tre e un uomo su cinque dopo i 50 anni. Le fratture da fragilità ossea possono comportare danni significativi, spesso rendendo difficili le attività quotidiane come mangiare, vestirsi, lavarsi o fare la spesa. Coloro che subiscono una frattura dell”anca, hanno una probabilità del 40% di non poter più muoversi autonomamente. L”impatto fisico e psicologico è enorme‘.

Il rapporto, Broken bones, broken lives: A roadmap to solve the fragility fracture crisis in Europe, dimostra che, nonostante la disponibilità di terapie preventive e approcci gestionali efficaci per le fratture da fragilità ossea, il 73% delle donne e il 63% degli uomini di età superiore a 50 anni e affetti da osteoporosi non ricevono un”adeguata gestione o trattamento della malattia. Dopo una frattura da fragilità ossea, i pazienti hanno cinque volte più probabilità di subire una seconda frattura entro i due anni successivi, tuttavia, la maggior parte di essi non riceve un trattamento che potrebbe impedire questa seconda frattura.

L”impatto sociale e quello economico delle fratture da fragilità ossea evidenziano la necessità e l”urgenza di implementare i modelli di cura migliori. Modelli come l”Orthogeriatric Services e il Fracture Liaison Services hanno dimostrato di offrire risultati migliori per i pazienti e trattamenti efficaci a basso costo in Paesi come Australia, Canada, Nuova Zelanda, Singapore, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti.

Somministrando cure mediche adeguate, molte fratture da fragilità ossea potrebbero essere evitate. I legislatori svolgono un ruolo cruciale nel finanziamento di servizi diagnostici e interventi economicamente vantaggiosi, come trattamenti farmacologici, programmi di prevenzione delle cadute e modelli coordinati di cura, oltre a rafforzare gli standard necessari per gli operatori sanitari e le istituzioni.

Il professor Cyrus Cooper, Presidente di IOF, commenta: ‘Con l”aumento dell”onere delle fratture da fragilità ossea che grava sui sistemi sanitari in tutta Europa, la nostra ambizione è che rapporti come questo possano aiutare le parti interessate a intraprendere le azioni necessarie per ridurre i costi associati e impedire alle ossa fratturate di condizionare negativamente la vita dei pazienti. Mentre la stretta economica delle fratture da fragilità ossea colpisce i sistemi sanitari, ora è il momento di agire e aumentare la nostra risposta a questa minaccia silenziosa. Chiediamo alle autorità sanitarie di accelerare questo processo, dando la priorità agli standard di cura e ai finanziamenti al fine di sostenere una gestione efficace delle fratture da fragilità ossea, evitando così l”escalation dei costi correlati’.

Oltre al rapporto europeo, sono disponibili rapporti dettagliati per singolo Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Cooper conclude: In tempi di tagli per la spesa sanitaria, non possiamo più permetterci di ignorare la prevenzione e la gestione delle fratture da fragilità ossea’.

Per ulteriori informazioni sui rapporti, visitare http://www.iofbonehealth.org/broken-bones-broken-lives

 

Note per i redattori:   

L”osteoporosi è una condizione nella quale le ossa si indeboliscono più velocemente del normale, diventando fragili e più propense a rompersi. Anche il minimo urto o caduta possono provocare la rottura di un osso (noto come ‘frattura da fragilità’). Dopo aver riportato la prima frattura, la probabilità di incorrere in un”altra aumenta notevolmente. In tutto il mondo, 1 donna su 3 e 1 uomo su 5 di età superiore a 50 anni subisce fratture a causa dell”osteoporosi.

Oltre al rapporto europeo cui si fa riferimento, sono disponibili rapporti dettagliati per singolo Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Qui sono disponibili le versioni specifiche per Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito

Riferimento: Broken bones, broken lives: A roadmap to solve the fragility fracture crisis in Europe.

Informazioni sull”IOF   

L”International Osteoporosis Foundation (IOF) è la più grande organizzazione non governativa al mondo dedicata alla prevenzione, alla diagnosi e al trattamento dell”osteoporosi e delle patologie muscoloscheletriche a essa correlate. I membri dell”IOF, che comprendono esperti scientifici e 240 associazioni di pazienti e medici di tutto il mondo, collaborano per rendere la prevenzione delle fratture una priorità mondiale dell”assistenza sanitaria.  http://www.iofbonehealth.org

World Osteoporosis Day, October 20  www.worldosteoporosisday.org  

 

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/771422/International_Osteoporosis_Foundation_Infographic.jpg )

Video: 
     https://www.multivu.com/players/uk/8421451-iof-warns-fragility-fractures-cost-billions/

GINEVRA, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Read Full Article

La casa può influire sul nostro stato di salute?

Oggi giorno si sta sempre più attenti al proprio stato di salute. Si presta attenzione all'alimentazione, all'attività fisica al peso, alla naturalezza di quello che mangiamo, indossiamo o utilizziamo per la nostra cura della nostra persona. Stiamo attenti allo smog e ci documentiamo sulle cure mediche che facciamo. Quello che però molti di noi non ricordano è come anche anche la casa in cui viviamo può andare ad influire sul nostro stato di salute.

Insieme all'azienda ABC Costruzioni, che si occupa di case prefabbricate in Friuli realizzate in cemento armato, andremo a vedere come una casa ben strutturata possa influire sul nostro stato di salute.

Una casa umida e con una qualità dell'aria scadente, frutto di un cattivo isolamento e di problemi arieggiamento minano la salute ed il benessere di tutta la famiglia. L'umidità può presentarsi in tante forme come la condensa, le infiltrazioni, i muri umidi, la risaluta capillare ed ancora la presenza di muffa o acari. Tutti elementi che possono causare gravi infezioni respiratorie soprattutto nei soggetti più deboli come bambini ed anziani.

Una casa umida spesso e volentieri è colpita dalla muffa. La muffa, che colpisce muri, mobili e perfino tessuti per l'arredo, oltre ad essere antiestetica è alla base di svariati problemi di salute. La muffa ed in particolare le spore che rilascia nell'aria, possono causare diverse affezioni polmonari come asma, infiammazioni, reazioni allergiche o riniti. Vivere in una casa con muffa è considerato particolarmente pericoloso per i bambini.

Oltre alle patologie respiratorie appena elencate una casa umida è anche alla base dei reumatismi, particolarmente deleteri nel caso degli anziani e della congiuntivite. La congiuntivite che rappresenta una forte infiammazione della membrana sotto la palpebra e della cornea, può essere peggiorata da un ambiente umido in cui tipicamente proliferano i batteri. Si è verificato che depurando un ambiente da acari, inquinamento ed umidità il rischio di congiuntivite si abbassa notevolmente.

Per evitare tutte queste patologie è fondamentale che la casa sia ben isolata attraverso muri ben coibentati che non favoriscano spifferi, dispersioni di calore così come l'umidità di risalita. È altrettanto importante che gli ambienti si possano arieggiare completamente e non si formino ponti termici.

L'efficienza energetica di queste case inoltre, consente di abbattere decisamente i costi necessari al riscaldamento ed al condizionamento di queste case. Il minor dispendio energetico connesso alle bollette di luce e gas consente di risparmiare in modo considerevole ogni mese e se questo non fa bene alla salute decisamente fa bene all'umore.

Read Full Article

JACKSONVILLE, Florida and SANTA ANA, California, 8 ottobre 2018 /PRNewswire/ — Dei cinque sensi, la vista è quello più prezioso. Nonostante ciò, molte persone non vivono ancora appieno tutte le meravigliose esperienze che questo dono può offrirci. Circa 285 milioni di persone nel mondo soffrono di problemi alla vista ma, grazie a diagnosi precoci e ai trattamenti, si potrebbe prevenire l”80% di questi casi.1 Ecco perché Johnson & Johnson Vision, leader mondiale indiscusso nel campo della salute oculare, ha lanciato una campagna globale, con l”hashtag #spotlightsight, per puntare i riflettori sulla vista in occasione della Giornata mondiale della vista dell”11 ottobre.

Durante la settimana della Giornata mondiale della vista (8-12 ottobre), la società richiamerà l”attenzione sulla salute oculare nel mondo, incoraggiando il pubblico a fare donazioni direttamente al programma Sight for Kids creato da Lions Clubs International Foundation o a Himalayan Cataract Project, e condividendo foto su Facebook o Twitter con l”hashtag #spotlightsight. Un riflettore illuminerà anche il cielo sopra la sede di Johnson & Johnson Vision in Florida e in California.

Sight for Kids offre sessioni educative sulla salute oculare e screening visivi nelle scuole a più di 26 milioni di bambini nel mondo dal 2002. Le stime, oggi, dicono che 19 milioni di bambini soffrono di problemi alla vista. Di questi, 12 milioni hanno problemi causati da errori refrattivi.2

Johnson & Johnson Vision sta sensibilizzando sempre più le persone su questi temi, incoraggiandole a fare donazioni a Sight for Kids tramite un coinvolgente video che racconta la storia di un ragazzino in Cina con problemi di vista. Il video verrà promosso in tutto il mondo e sarà disponibile qui https://youtu.be/6VVGR1f9rAE.

Le donazioni possono essere fatte direttamente al progetto Sight for Kids di Lions Clubs International Foundation. Johnson & Johnson Vision darà il suo importante contributo in onore della Giornata mondiale della vista, offrendo oltre 100.000 esami della vista a bambini di tutto il mondo.

In collaborazione con Himalayan Cataract Project, Johnson & Johnson Vision offrirà anche a 1.000 persone interventi di cataratta, grazie ai quali cambierà la loro vita. La cataratta è la prima causa di cecità prevenibile.3 Il recupero o il miglioramento della vista possono fare un”enorme differenza nella vita delle persone. Le donazioni possono essere fatte direttamente a Himalayan Cataract Project.

Sandra Rasche, Vice Presidente regionale di Johnson & Johnson Vision Care, ha commentato: ‘Nel mondo ci sono ancora molte cose necessarie da fare in tema di salute oculare. Noi di Johnson & Johnson Vision vogliamo cambiare questa situazione. Nel nostro lavoro volto a contrastare queste problematiche, supportare e sensibilizzare il pubblico in merito ai problemi di vista è essenziale’.

La campagna #spotlightsight supporta la call-to-action globale ‘Eyecare Everywhere’, promossa dall”Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB), che coordina la Giornata mondiale della vista. La Giornata mondiale della vista è una giornata internazionale dedicata alla sensibilizzazione, che si svolge tutti gli anni il secondo giovedì di ottobre per focalizzare l”attenzione su un problema che riguarda il mondo intero, ovvero quello della cecità e dei disturbi visivi prevenibili.

Johnson & Johnson Vision
Noi di Johnson & Johnson Vision abbiamo una grande ambizione: cambiare il corso della salute oculare nel mondo. Tramite le nostre società operative, proponiamo soluzioni innovative in grado di aiutare gli specialisti del settore a far sì che i loro pazienti possano ottenere il meglio dalla loro vita, con prodotti e tecnologie pensati per risolvere i problemi ancora esistenti, come l”ametropia, la cataratta e l”occhio secco. Nelle comunità che soffrono molto di queste problematiche, abbiamo attivato delle collaborazioni per aumentare l”accesso a cure oculistiche di qualità e ci impegniamo ad aiutare le persone a vedere meglio, a relazionarsi meglio, a vivere meglio. Visita la pagina www.jjvision.com. Segui @JNJVision su Twitter e Johnson & Johnson Vision su LinkedIn.

Lions Clubs International Foundation
LCIF è l”organizzazione filantropica di Lions Clubs International (LCI), l”organizzazione di club di servizio più grande al mondo, con oltre 1,4 milioni di soci in più di 200 paesi e aree geografiche. Dalla sua fondazione nel 1968, LCIF ha finanziano diversi progetti umanitari mediante donazioni da parte dei soci di LCI; di privati; aziende, partner della fondazione e governativi. Per costruire un futuro migliore, LCIF aumenterà l”impatto dei suoi servizi combattendo i problemi della vista, fornendo importanti insegnamenti di life skill ai giovani, soccorsi a seguito di catastrofi e sponsorizzando e offrendo programmi specifici in base alle necessità delle popolazioni vulnerabili e a rischio. LCIF ridurrà altresì la prevalenza del diabete e migliorerà la qualità di vita di coloro ai quali è stata diagnosticata questa malattia, oltre ad ampliare le proprie cause a livello globale includendo problemi ambientali, legati alla fame e ai tumori infantili. Maggiori informazioni su lcif.org.

Himalayan Cataract Project
Himalayan Cataract Project e la sua vasta rete di partner lavorano nell”Asia meridionale e nell”Africa subsahariana per portare cure oculistiche all”avanguardia a chi soffre di cecità senza alcun motivo, attraverso cure di qualità, insegnamento clinico e la realizzazione di infrastrutture oftalmiche di prim”ordine. Il cofondatore Dottor Sanduk Ruit, che è nato in Nepal e ha condotto i suoi studi in India, insieme all”oculista americano, Dottor Geoff Tabin, hanno riconosciuto l”esistenza di problemi irrisolti in tema di salute oculare nell”Himalaya e nel 1995 si sono ripromessi di eliminare tutti i casi di cecità prevenibili e curabili.4 Grazie agli sforzi di Himalayan Cataract Project, oltre 8.875.905 di persone sono state sottoposte a screening e curate e, tra queste, oltre 740.000 sono state sottoposte a interventi chirurgici in 17 paesi.5 Per maggiori informazioni, visita il sito https://www.cureblindness.org/.

1 http://www.who.int/blindness/data_maps/VIFACTSHEETGLODAT2010full.pdf
2 Organizzazione mondiale della sanità, 2018
3 ‘Priority Eye Diseases’ Organizzazione mondiale della sanità, 2018
4 https://jjvision.com/caring-giving
5 Da HCP

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/765383/spotlight_sight_Infographic.jpg

La campagna intende sensibilizzare il pubblico in merito all”importanza della salute oculare e supporta due progetti umanitari a livello globale

Read Full Article

JACKSONVILLE, Florida and SANTA ANA, California, 8 ottobre 2018 /PRNewswire/ — Dei cinque sensi, la vista è quello più prezioso. Nonostante ciò, molte persone non vivono ancora appieno tutte le meravigliose esperienze che questo dono può offrirci. Circa 285 milioni di persone nel mondo soffrono di problemi alla vista ma, grazie a diagnosi precoci e ai trattamenti, si potrebbe prevenire l”80% di questi casi.1 Ecco perché Johnson & Johnson Vision, leader mondiale indiscusso nel campo della salute oculare, ha lanciato una campagna globale, con l”hashtag #spotlightsight, per puntare i riflettori sulla vista in occasione della Giornata mondiale della vista dell”11 ottobre.

Durante la settimana della Giornata mondiale della vista (8-12 ottobre), la società richiamerà l”attenzione sulla salute oculare nel mondo, incoraggiando il pubblico a fare donazioni direttamente al programma Sight for Kids creato da Lions Clubs International Foundation o a Himalayan Cataract Project, e condividendo foto su Facebook o Twitter con l”hashtag #spotlightsight. Un riflettore illuminerà anche il cielo sopra la sede di Johnson & Johnson Vision in Florida e in California.

Sight for Kids offre sessioni educative sulla salute oculare e screening visivi nelle scuole a più di 26 milioni di bambini nel mondo dal 2002. Le stime, oggi, dicono che 19 milioni di bambini soffrono di problemi alla vista. Di questi, 12 milioni hanno problemi causati da errori refrattivi.2

Johnson & Johnson Vision sta sensibilizzando sempre più le persone su questi temi, incoraggiandole a fare donazioni a Sight for Kids tramite un coinvolgente video che racconta la storia di un ragazzino in Cina con problemi di vista. Il video verrà promosso in tutto il mondo e sarà disponibile qui https://youtu.be/6VVGR1f9rAE.

Le donazioni possono essere fatte direttamente al progetto Sight for Kids di Lions Clubs International Foundation. Johnson & Johnson Vision darà il suo importante contributo in onore della Giornata mondiale della vista, offrendo oltre 100.000 esami della vista a bambini di tutto il mondo.

In collaborazione con Himalayan Cataract Project, Johnson & Johnson Vision offrirà anche a 1.000 persone interventi di cataratta, grazie ai quali cambierà la loro vita. La cataratta è la prima causa di cecità prevenibile.3 Il recupero o il miglioramento della vista possono fare un”enorme differenza nella vita delle persone. Le donazioni possono essere fatte direttamente a Himalayan Cataract Project.

Sandra Rasche, Vice Presidente regionale di Johnson & Johnson Vision Care, ha commentato: ‘Nel mondo ci sono ancora molte cose necessarie da fare in tema di salute oculare. Noi di Johnson & Johnson Vision vogliamo cambiare questa situazione. Nel nostro lavoro volto a contrastare queste problematiche, supportare e sensibilizzare il pubblico in merito ai problemi di vista è essenziale’.

La campagna #spotlightsight supporta la call-to-action globale ‘Eyecare Everywhere’, promossa dall”Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB), che coordina la Giornata mondiale della vista. La Giornata mondiale della vista è una giornata internazionale dedicata alla sensibilizzazione, che si svolge tutti gli anni il secondo giovedì di ottobre per focalizzare l”attenzione su un problema che riguarda il mondo intero, ovvero quello della cecità e dei disturbi visivi prevenibili.

Johnson & Johnson Vision
Noi di Johnson & Johnson Vision abbiamo una grande ambizione: cambiare il corso della salute oculare nel mondo. Tramite le nostre società operative, proponiamo soluzioni innovative in grado di aiutare gli specialisti del settore a far sì che i loro pazienti possano ottenere il meglio dalla loro vita, con prodotti e tecnologie pensati per risolvere i problemi ancora esistenti, come l”ametropia, la cataratta e l”occhio secco. Nelle comunità che soffrono molto di queste problematiche, abbiamo attivato delle collaborazioni per aumentare l”accesso a cure oculistiche di qualità e ci impegniamo ad aiutare le persone a vedere meglio, a relazionarsi meglio, a vivere meglio. Visita la pagina www.jjvision.com. Segui @JNJVision su Twitter e Johnson & Johnson Vision su LinkedIn.

Lions Clubs International Foundation
LCIF è l”organizzazione filantropica di Lions Clubs International (LCI), l”organizzazione di club di servizio più grande al mondo, con oltre 1,4 milioni di soci in più di 200 paesi e aree geografiche. Dalla sua fondazione nel 1968, LCIF ha finanziano diversi progetti umanitari mediante donazioni da parte dei soci di LCI; di privati; aziende, partner della fondazione e governativi. Per costruire un futuro migliore, LCIF aumenterà l”impatto dei suoi servizi combattendo i problemi della vista, fornendo importanti insegnamenti di life skill ai giovani, soccorsi a seguito di catastrofi e sponsorizzando e offrendo programmi specifici in base alle necessità delle popolazioni vulnerabili e a rischio. LCIF ridurrà altresì la prevalenza del diabete e migliorerà la qualità di vita di coloro ai quali è stata diagnosticata questa malattia, oltre ad ampliare le proprie cause a livello globale includendo problemi ambientali, legati alla fame e ai tumori infantili. Maggiori informazioni su lcif.org.

Himalayan Cataract Project
Himalayan Cataract Project e la sua vasta rete di partner lavorano nell”Asia meridionale e nell”Africa subsahariana per portare cure oculistiche all”avanguardia a chi soffre di cecità senza alcun motivo, attraverso cure di qualità, insegnamento clinico e la realizzazione di infrastrutture oftalmiche di prim”ordine. Il cofondatore Dottor Sanduk Ruit, che è nato in Nepal e ha condotto i suoi studi in India, insieme all”oculista americano, Dottor Geoff Tabin, hanno riconosciuto l”esistenza di problemi irrisolti in tema di salute oculare nell”Himalaya e nel 1995 si sono ripromessi di eliminare tutti i casi di cecità prevenibili e curabili.4 Grazie agli sforzi di Himalayan Cataract Project, oltre 8.875.905 di persone sono state sottoposte a screening e curate e, tra queste, oltre 740.000 sono state sottoposte a interventi chirurgici in 17 paesi.5 Per maggiori informazioni, visita il sito https://www.cureblindness.org/.

1 http://www.who.int/blindness/data_maps/VIFACTSHEETGLODAT2010full.pdf
2 Organizzazione mondiale della sanità, 2018
3 ‘Priority Eye Diseases’ Organizzazione mondiale della sanità, 2018
4 https://jjvision.com/caring-giving
5 Da HCP

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/765383/spotlight_sight_Infographic.jpg

La campagna intende sensibilizzare il pubblico in merito all”importanza della salute oculare e supporta due progetti umanitari a livello globale

Read Full Article