Come evitare il peggioramento dell’acne

Ci sono poche patologie che infastidiscono e fanno sentire a disagio esteticamente una donna come l'acne! La sensazione di non essere mai veramente in ordine nemmeno quando indossiamo tonnellate di makeup.

In caso di acne grave, quando i rimedi naturali non bastano, e le eruzioni cutanee sono importanti e prolungate, meglio consultare subito un dermatologo e correre al più presto ai ripari.

Un dermatologo competente potrà prescrivere una cura esterna a base di lozioni, creme e detergenti, una terapia orale a base di integratori o ancora degli esami del sangue specifici. Un bravo dermatologo vi darà anche dei consigli che riguardano “il buon senso”, consigli che ad alcuni potrebbero sembrare banali ma che per altri non lo sono.

Prima di tutto oltre a seguire attentamente la terapia prescritta, evitiamo di andare a tormentare l'acne andando a “spremere” un brufolo ogni volta che se ne forma uno. Questo creerebbe delle brutte cicatrici la cui rimozione si rivelerebbe anche più grave della cura dell'acne stessa.

Dopo di che prestiamo attenzione a tutti quei materiali ed oggetti che entrano in contatto con il nostro viso. L'acne è una malattia e come tale porta con se dei germi. Facciamo in modo che questi batteri non entrino in contatto con aree sane del viso andando a contaminarle.

Facciamo quindi attenzione alle federe dei guanciali ed agli asciugamani per il viso. Laviamoli con più frequenza magari utilizzando un detersivo igienizzante. Stesso discorso per quanto guarda i pennelli trucco. Laviamoli con più frequenza e magari per quanto riguarda l'applicazione del fondotinta, valutiamo la possibilità, finchè l'acne non sarà passata, di farla con le mani.

Una volta che l'acne sarà passata, prediamo in considerazione con l'aiuto del nostro dermatologo, il trattamento più efficace per la rimozione delle cicatrici. Può bastare un semplice siero alla bava di lumaca, la dermoabrasione oppure se le cicatrici sono importanti, il laser.

You might also like