Apparecchi per denti: modelli, tipologie e costi

Gli apparecchi per denti sono strumenti ortodontici necessari per risolvere problemi di diversa natura in età infantile e adulta. Può trattarsi di malocclusione (quando le arcate dentali si chiudono in modo errato), disallineamento, morso inverso o aperto, spaziatura eccessiva tra un dente e l’altro, affollamento dentale, denti sporgenti. L’apparecchio dentale ha la duplice funzione di intervenire a livello sia estetico sia funzionale a tutto vantaggio del sorriso, della masticazione e della salute dei denti. In passato, si ricorreva al calco in gesso delle arcate per il progetto dell’apparecchio; attualmente, si utilizzano tecnologie all’avanguardia, software.

Indubbiamente, per ottenere il massimo dei risultati, il trattamento deve essere personalizzato, su misura. Esistono diversi modelli e tipologie di apparecchio dentale, ognuno dei quali punta a risolvere determinate problematiche. In questa guida, descriviamo tutti i modelli di apparecchi per denti con relativi costi.

 

Apparecchi per denti: tipologie, meglio fissi o invisibili?

Si parla sempre più spesso di mascherine invisibili ma sono adatte a tutti? In determinati casi, come riporta studiodentisticosantevassallo.it, non sono le più adeguate. Dal punto di vista estetico e funzionale, sono indubbiamente le migliori ma non sono in grado di risolvere problemi come disallineamenti gravi e malocclusioni. Risultano efficaci per lievi disallineamenti; per problematiche gravi bisogna ricorrere all’apparecchio fisso.

Per la scelta dell’apparecchio più adeguato, il medico odontoiatra specialista valuterà la strada migliore da percorrere. I modelli di apparecchi dentali sono principalmente 4: apparecchio fisso, mobile, linguale e trasparente.

 

Apparecchio fisso: il più diffuso

L’apparecchio fisso per denti, che agisce h24, è il più risolutivo in caso di problemi gravi. E’ costituito da placchette metalliche (brackets) da fissare su ogni dente e fili metallici molto elastici che passano attraverso le placchette percorrendo la linea delle arcate dentali. La forza esercitata dai fili metallici sulle placchette assicura un allineamento dei denti perfetto.

 

Apparecchio mobile: quando serve?

L’apparecchio mobile si può rimuovere e reinserire autonomamente. E’ lo strumento ortodontico più indicato in caso di problemi:

  • Funzionali, per la masticazione, crescita delle ossa, chiusura/apertura della bocca, muscoli mandibolari. E’ consigliato in particolare ai bambini;
  • Ortodontici in quanto riesce a spostare i denti senza dover agire su muscoli e ossa;
  • Contenutivi, nel senso che serve a mantenere i risultati ottenuti con l’apparecchio fisso, dopo averlo rimosso.

E’ composto da una parte in resina acrilica ed elementi in filo metallico necessari per l’ancoraggio e lo spostamento dei denti.

 

Mascherine invisibili (apparecchio trasparente mobile)

L’apparecchio trasparente (mascherine invisibili) è removibile e invisibile o, meglio, ciò che è visibile sui denti è una discreta pellicola trasparente. Viene realizzata su misura utilizzando polimero trasparente e progettata mediante l’uso di tecnologie avanzate. E’ la soluzione ideale per risolvere lievi disallineamenti, non è adatta per problemi più seri come le malocclusioni. Le mascherine invisibili, di regola, s’indossano per circa 22 ore al giorno e devono essere sostituite in base ai progressi raggiunti

You might also like