Categoria: Bellezza

Capelli bianchi? Questi i migliori rimedi per coprirli

Siamo sinceri, a meno che non si è Richard Gere, Sean Connery o Yasmina Rossi, i capelli bianchi creano molto poco fascino e danno un aspetto di abbondante, troppa vecchiaia. Le persone più fortunate devono interfacciarsi con questo problema solo con l’avanzare degli anni, altre invece vedono comparire i primi segni della canizie già intorno ai trent’anni, se non anche prima. A meno che l’origine di questo inestetismo non sia dovuto a una specifica ereditarietà genetica, di solito la causa dell’incanutimento è legata a fattori biologici, di stress, ormonali, di circolazione sanguigna e di alimentazione. Vediamo i rimedi migliori per ogni causa.

I rimedi contro i capelli bianchi dovuti a fattori biologici

Con l’avanzare dell’età i capelli imbiancano perché nei follicoli piliferi diminuisce la melanina. Quest’ultima è un pigmento che, proprio come succede con la pelle quando ci abbronziamo, serve a scurire i capelli e far loro assumere il colore che li contraddistingue. Man mano, purtroppo, la melanina contenuta nei follicoli piliferi tende a calare e quindi i capelli iniziano a perdere pigmentazione e si imbiancano. 

Quando ormai il nostro corpo non ne vuole più sapere di produrre melanina e iniziano a moltiplicarsi i capelli bianchi, il rimedio più efficace è quello di coprirli con colorazioni permanenti. Non tutte le tinte sono aggressive ed esistono prodotti privi di ammoniaca e di altri agenti aggressivi, oppure contengono sostanze che nutrono il capello e bilanciano la destrutturazione provocata dalla tintura, clicca qui per maggiori informazioni e saperne di più sulle tante possibilità del mondo delle colorazioni.

Chi non vuol sentir parlare di tinture, può anche provare prodotti totalmente naturali o i classici trucchetti della nonna. Per scurire i capelli si può per esempio ricorrere al rimedio a base di cacao o di caffè, basta miscelare uno dei due ingredienti col miele per ottenere una maschera scurente da lasciare in posa sui capelli per circa un’ora.

I rimedi contro i capelli bianchi dovuti all’alimentazione

Alcune vitamine fondamentali, come la B, metalli, come ferro e rame, e non metalli, come lo iodio, aiutano a rallentare la comparsa dei capelli bianchi. Avere una dieta sana e un’alimentazione varia possono ritardare la canizie perché si mantiene il corpo sano, favorendone il corretto funzionamento ed evitando la comparsa di problemi collaterali. 

Per la salute generale dei capelli non devono mai mancare le proteine, da cui si ottengono gli aminoacidi, i quali assolvono a diverse funzioni e favoriscono, inoltre, la produzione della melanina. Prima di proseguire è bene chiarire che se i capelli diventano bianchi c’è ben poco da fare, la produzione della melanina non può essere riportata indietro ma, come abbiamo visto, rallentata (nel frattempo l’uso delle tinture copre i primi segni della canizie).

I rimedi contro i capelli bianchi dovuti allo stress, a problemi ormonali o di circolazione

Nel caso in cui i capelli bianchi siano invece dovuti ad altri fattori, e uno dei campanelli d’allarme è la loro comparsa fin troppo prematura, il rimedio non può consistere nelle sole tinture perché è importante risolvere il problema alla radice. Lo stress, i problemi ormonali o la cattiva circolazione sanguigna possono causare la comparsa dei capelli bianchi. Per tutte queste cause il consiglio è quello di rivolgersi a un medico, anche se alle volte bastano piccole accortezze per migliorare la condizione fisica e scongiurare l’avanzare dell’incanutimento.

 

Read Full Article

Non tutti sono fortunati e hanno una pelle luminosa e impeccabile. Tuttavia, ciò non significa che sia un'impresa impossibile da raggiungere. Ottenere una pelle perfetta è facile come camminare in cucina, posto in cui è facile trovare gli ingredienti giusti per coccolare la pelle.

Nonostante tutti abbiamo una normale routine detergente-tonificante-idratante che seguiamo religiosamente, la pelle ha bisogno anche di cure e attenzioni extra ogni tanto per apparire sana e idratata. Problemi della pelle come pigmentazione, acne, imperfezioni e segni di invecchiamento precoce tendono a ridurre la salute della pelle. Pertanto, è importante cercare rimedi naturali e mantenere il gioco della pelle forte. Ecco alcuni rimedi casalinghi facili da aiutare per sfoggiare una pelle perfetta.

Cubetti di ghiaccio al tè verde

Il tè verde non fa solo bene al corpo ma anche alla pelle. Le proprietà antinfiammatorie e antibatteriche presenti nel tè verde aiutano a curare l'acne e sbloccare i pori. Le catechine nel tè verde riducono arrossamenti, gonfiori e irritazioni della pelle. È un meraviglioso ingrediente per la cura della pelle per tutti coloro che desiderano una pelle perfetta . Il tè verde aiuta a ricostituire le cellule della pelle lasciandoti con un bagliore sano e giovane. Insomma un toccasana per salute e benessere.

Acqua di rose

I vantaggi dell'utilizzo regolare di un impacco viso all'acqua di rose possono aiutare a ottenere una pelle perfetta . Dal mantenimento dell'equilibrio del pH della pelle e il rafforzamento delle cellule della pelle al nutrimento e idratazione della pelle, questo prodotto miracoloso è senza dubbio la pozione magica del mondo della bellezza. L'acqua di rose è l'ingrediente più versatile che può funzionare sia come nebbia che come toner per alleviare gli occhi stanchi e gonfi e funge da scudo per prevenire la pelle dai fattori ambientali difficili.

Aceto di mele per una pelle perfetta

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, l'aceto di mele può essere usato come toner per trattare le screpolature della pelle. E non è tutto! L'aceto di mele è un elisir miracoloso che aiuta a esfoliare la pelle , leviga la grana della pelle e assorbe la formazione di olio in eccesso. È uno dei migliori rimedi naturali per ottenere una pelle perfetta . Usa questo pacchetto viso una volta al giorno per risultati efficaci.

Latte

Ricco di vitamina B, calcio e altri potenti antiossidanti, il latte crudo deterge in profondità la pelle lasciandola fresca e ringiovanita. Se hai la pelle grassa , il latte crudo è uno dei migliori ingredienti che aiuta a eliminare l'eccesso di sebo dai pori della pelle . Il latte crudo è anche noto per essere un agente anti-acne che lavora per mantenere naturalmente l'acne sotto controllo. Coccola la tua pelle con latte crudo due volte o tre volte alla settimana per una pelle perfetta.

Read Full Article

La cellulite è un inestetismo che generalmente non viene accettato da chi lo ha visibile nel proprio corpo. Quando alcuni inestetismi non permettono di vivere in armonia con sé stessi è opportuno ricorrere alla medicina estetica, per risolvere tali problematiche e ritrovare il proprio benessere psicofisico. Occorre rivolgersi a chi si occupa di cellulite verona, per individuare la terapia opportuna al fine di eliminare la cellulite.

Che cos’è la cellulite

Innanzitutto chiariamo che cosa si intende, quando si parla di cellulite. E’ in pratica una condizione di alterazione del micro circuito del tessuto adiposo sottocutaneo. La cellulite può venire sia per fattori ereditari sia per abitudini di vita errate. Ad esempio, il poco esercizio fisico facilita la comparsa di cellulite, così pure l’alimentazione non corretta o la dipendenza da fumo. La cellulite compare quando si forma del liquido tra le cellule adipose con la conseguente stasi linfatica e la formazione della pelle a buccia d’arancia.

La terapia Alidya

Oltre all’utilizzo di creme e di rimedi naturali, il trattamento estetico più in voga è quello iniettivo: si iniettano sostanzi antinfiammatorie, vasodilatatori, vitamine, sali minerali.La terapia Alidya, appunto,  è una mesoterapia che ripristina il microcircolo e contrasta la cellulite. Occorre sottoporsi ad una serie di sedute settimanali, durante le quali si effettua una iniezione intradermica strutturale di un insieme di sostanze in piccole dosi, attraverso degli aghi molto sottili. Le applicazioni in media sono otto, fino ad un massimo di dodici sedute. Queste ultime si effettuano una volta alla settimana, con una o due fiale, dipende da quando è estesa la zona da trattare. I risultati poi si potranno mantenere con una seduta ogni tot in futuro. I risultati permetteranno anche la diminuzione di qualche centimetro di circonferenza nella parte interessata. Al termine del trattamento, si potrà avere qualche rossore o livido che però sarà assorbito nel giro di qualche giorno.

Scegli sempre degli specialisti di Medicina Estetica!

Proprio perché non esiste una specializzazione nel campo della Medicina Estetica e di conseguenza non esistono titoli, molti medici svolgono questo ruolo senza averne le competenze adatte. 

Gli stessi chirurghi estetici non possono entrare in ambito della Medicina Estetica poiché non hanno le conoscenze giuste. Il ruolo della Chirurgia  Estetica si esaurisce nell’intervento stesso mentre il Medico deve saper anche consigliare la prevenzione degli inestetismi e deve soprattutto insegnare ai suoi pazienti, soprattutto i più giovani, a saper conservare e preservare il proprio patrimonio biologico.

Read Full Article

Utili consigli su come prevenire, curare ed evitare i brufoli.

Formazione dei brufoli

Che cosa causa la formazione dei brufoli

I brufoli non sono altro che un’infiammazione della cute causata dall’ostruzione dei pori a causa di sebo e cellule morte: questo crea la situazione ideale per il proliferare dei batteri, diretti responsabili dell’eruzione cutanea che saltano tristemente all’occhio quando ci si guarda allo specchio.

Ma non è tutto, poiché la presenza dei brufoli toglie luminosità e freschezza alla pelle.

Per questo motivo è bene dedicare al proprio viso i giusti trattamenti per averla sempre pulita e radiosa.

prevenire i brufoli

Prevenzione brufoli

I trucchi per evitare la formazione dei brufoli

Il famoso detto prevenire è meglio che curare è più che mai valido quando si parla di brufoli, in quanto queste antiestetiche e spesso dolorose escrescenze tendono a formarsi a causa di numerosi comportamenti sbagliati, tra cui:

Igiene sbagliata: se non il viso non viene lavato accuratamente per due volte al giorno (mattina e sera), le cellule morte e la sporcizia non vengono eliminate, ma al contrario tenderanno ad accumularsi e formeranno un terreno fertile per la formazione dei brufoli. E’ inoltre importante scegliere un detergente che rispetti il PH naturale della della pelle e che sia adatto alla sua tipologia (grassa, mista o secca). Non bisogna però esagerare con la detersione del viso, in quanto un lavaggio continuo priverebbe la pelle dei suoi oli naturali, rendendola in questo modo fragile e secca. Dopo la detersione è consigliata l’applicazione di una crema idratante nutritiva a base acquosa e non oleosa, in quanto quest’ultima ostruirebbe i pori.

Germi: i germi possono essere veicolati anche da mani e capelli. E’ buona abitudine, quindi, evitare di toccare continuamente il volto con le mani, note tane per i batteri. Lo stesso vale per i capelli, specialmente se unticci e poco puliti.

curare i brufoli

Regime alimentare: un fattore molto determinante per la formazione dei brufoli è proprio la dieta. Se ci si ciba di junk food, carni rosse, latticini (tutti cibi che appesantiscono il fegato in maniera considerevole), i brufoli si formeranno alla velocità della luce. Se invece si segue un regime alimentare equilibrato a base di frutta, verdura, pesce e giusta quantità d’acqua (almeno due litri al giorno), la pelle inizierà ad avere un aspetto decisamente migliore.

Stress: la vita frenetica è l’acerrima nemica di acne, punti neri e brufoli. Meglio dunque incanalare le proprie energie in attività sportive o di crescita personale come lo yoga o il training autogeno.

Spremere i brufoli: anche se potrebbe essere una tentazione irresistibile, la spremitura dei brufoli ne favorisce irrimediabilmente la formazione di altri, poiché i suddetti secernono dei germi contagiosi. Tutto questo si acuisce quando si schiacciano le pustole con le mani sporche e ci si tocca il viso. Se proprio non si resiste, è bene procedere in questo modo, ossia lavandosi accuratamente le mani e procedere con la spremitura utilizzando delle garze pulite o dei bastoncini di cotone (cotton fiocc). Un altro rimedio efficace è l’applicazione di un pò di dentifricio bianco sulla zona critica.

Read Full Article

In quest’articolo parleremo della liposuzione schiena, in cosa consiste e come si esegue.

Liposuzione schiena

In cosa consiste questo trattamento

La liposuzione schiena è un trattamento estetico volto ad aspirare il grasso accumulato in quest’area, il quale può consistere in antiestetici cuscinetti di grasso che creano dei rotolini a livello del reggiseno, creando in questo modo situazioni di disagio non indifferenti.

La schiena è infatti una zona molto sensuale nel corpo di una donna e la presenza di questi cumuli adiposi impedisce di tenerla scoperta.

Il grasso sulla schiena è suddiviso in differenti zone, ossia:
  • Il grasso infrascapolare (fianchi femminili) si trova sopra la vita e sotto le scapole. Questo è il grasso sgradevole che si gonfia appena sotto la spallina del reggiseno
  • Il grasso ascellare posteriore si trova sulla parte superiore esterna posteriore vicino all’ascella.
  • Il grasso della vita posteriore si trova sopra e posteriormente ai fianchi
  • Il cuscinetto adiposo lombo-sacrale si trova nella linea mediana della parte inferiore della schiena, appena sopra il coccige.
  • La gobba di bufalo costituita dal grasso situato sulla parte alta della schiena vicino al collo.
Il maggior vantaggio della liposuzione schiena è che il grasso non si andrà più a riformare nella zona in cui è stato asportato.

liposuzione schiena

Come si esegue

Come viene effettuata la liposuzione schiena

In base alle zone precedentemente menzionate, il chirurgo plastico procederà alla rimozione del grasso secondo la modalità più adatta, che può essere:

Sede infra-scapolare: è la zona della schiena appena sotto il reggiseno.  Il grasso in questa area è un singolo strato sottocutaneo, senza un ben definito scomparto di grasso più profondo. Quando un reggiseno stretto è usurato, questa zona tende a gonfiarsi in maniera più evidente. Alcune donne hanno una tendenza ereditaria a raccogliere il grasso nella zona infra-scapolare. Con il crescere del grado di  obesità la zona infra-scapolare può accumulare così tanto grasso che la pelle ed il tessuto sottocutaneo possono raggrupparsi formando rotoli paralleli di grasso. Mediante la liposuzione tumescente con microcannule è possibile rimuovere questo sgradevole grasso localizzato e fornire un importante miglioramento estetico. Dato che il grasso situato in questa zona è fibroso, è ben difficile da debellare con una dieta e molto spesso la liposuzione rappresenta l’unico rimedio efficace.

cos'è la liposuzione schiena

Vita posteriore: questa zona tende ad accumulare molto grasso e viene spesso trascurata durante gli interventi di liposuzione.

Gobba di bufalo: la gobba di bufalo tende a formarsi nelle persone in forte sovrappeso nella zona superiore della schiena, creando numerosi disagi quando si intende coricarsi o appoggiarsi ad uno schienale.

Grasso ascellare: il grasso ascellare consiste nella formazione di piccoli cuscinetti adiposi collocati sotto le ascelle e risaltano quando per esempio si indossa una canotta o un abito particolarmente scollato.

Per quanto riguarda le cicatrici della liposuzione, niente paura, poiché con i nuovi strumenti chirurgici le cicatrici hanno delle dimensioni di pochi millimetri e possono essere notate solo dal destinatario del trattamento.

L’intervento può essere eseguito tramite anestesia locale o sedazione e la durata può variare in base alla quantità di grasso da asportare. Generalmente viene eseguito in day hospital, pertanto si può tornare a casa dopo qualche ora.

Read Full Article

Data la relazione intrinseca della fragranza con il nostro senso dell'olfatto, potrebbe sembrare strano persino contemplare l'acquisto di una bottiglia di eau de toilette senza prima annusare. Ma allo stesso modo in cui ora compriamo vestiti senza provarli, un numero sempre maggiore di utenti acquista i profumi online senza averli mai provati. Grazie alla creazione loghi e marchi aziendali, la vendita sul web di profumi è sempre più intensa.

Ed è facile capire perché: c'è una miriade di fantastiche offerte per risparmiare denaro da fare online e acquistare da un sito web è sia veloce che conveniente. Inoltre, se vivi a chilometri dal più vicino grande magazzino o farmacia, acquistare la tua fragranza online potrebbe essere la tua unica opzione.

Iniziare una ricerca

La maggior parre delle persone oggi ricerca un prodotto online prima di acquistarlo. E l'acquisto di una fragranza non è diverso dall'acquisto di una TV con schermo al plasma o di un set di mazze da golf: è semplicemente il caso di armarsi di quante più informazioni possibili prima di fare clic sul pulsante "Acquista ora". Per questo forse creare landing page è diventato fondamentale per gli e-commerce che sponsorizzano e vendono profumi.

Come per qualsiasi cosa tu possa acquistare online, vale sempre la pena di verificare cosa dicono le persone reali sul tuo potenziale acquisto. Ci sono alcuni grandi blog e siti web di fragranze che offrono recensioni oneste. Un prezzo elevato non significa necessariamente che la fragranza sarà buona; e non tutte le fragranze poco costose sono cattive.

Importanza di nome e colore della boccettina

Il nome è spesso utile per identificare il carattere di una fragranza. Parole come 'intenso', 'estremo', 'buio', 'notte', 'passione', 'fraiche' e 'acqua' trasmettono tutti un senso dell'umore e dell'intensità di un profumo.

Fragranze come Boss Bottled Night, Nuit d'Issey e Bvlgari Man Black, ad esempio, saranno ricche e calde e sono progettate per essere sfoggiate per la sera, mentre Versace Man Eau Fraîche e Davidoff Cool Water sono leggere, fresche e migliori adatto per il giorno.

I profumi con notte o nero nel titolo (in alto) sono probabilmente ricchi e caldi, mentre quelli con acqua o fraiche (in basso) sono in genere freschi e leggeri

Non sarai sempre in grado di raccogliere la natura di una fragranza dal suo nome, quindi, quando non ci riesci, vale la pena dare un'occhiata più da vicino alla sua confezione.

L'industria pubblicitaria ha usato il colore come indicazione di prodotti per decenni – ed è lo stesso nel mondo della fragranza. Le confezioni di fragranze non riflettono sempre ciò che è contenuto nella bottiglia, ma ci sono occasioni in cui la confezione allude alla natura della fragranza all'interno

Read Full Article

Una volta l'anno tocca a qualsiasi donna fare i conti con la tristemente famosa prova costume.
La parte del corpo che maggiormente verrà messa sotto esame, è quella del lato B. Se i tuoi glutei non sono pronti per fare i conti con questo fatidico momento, la soluzione è su www.gluteipiu.it.

Per il tuo lato B perfetto.

Vorresti avere glutei tonici, sodi e alti? Glutei Plus è la crema rassodante che ti permetterà di raggiungere il tuo traguardo senza ricorrere a dolorosi e pericolosi interventi chirurgici o stancanti ed estenuanti sedute di palestra.
Glutei Plus, che potrai trovare su www.gluteipiu.it., è una crema rassodante ad effetto push-up, che agisce in maniera localizzata, efficace e soprattutto rapida.
Basteranno infatti pochi giorni di applicazione costante, accortezza da tenere assolutamente, per ottenere glutei all'altezza, è proprio il caso di dirlo, della prova costume.

Con uno sconto del 60%, per te solo a 49 euro!

Ancora per pochi giorni potrai avere Glutei Plus al prezzo promozionale di soli 49 euro, con uno sconto del 60%.
Un'offerta lancio che già è stata utilizzata da moltissime donne soddisfatte del sollevamento dei glutei ottenuto con Glutei Plus.
Non sappiamo per quanto tempo potrà prolungarsi questa offerta, perché con un prodotto di questa qualità, una volta che comincerà il passaparola, magari dalle tue amiche sui Social Network, le scorte si esauriranno rapidamente, e la prossima produzione tornerà al suo prezzo originale di 123 euro.

L'utilizzo di Glutei Plus.

La crema rassodante ad effetto push-up va applicata quotidianamente, possibilmente dopo la doccia, sulla zona interessata, con un energico massaggio.
I primi risultati li vedrai comparire già dopo pochi giorni, risultati che diventeranno lampanti man mano che aumenterà il numero di applicazioni.
Glutei alti, sodi, tonici e con una pelle distesa e lucida non saranno più un sogno, ma una realtà facilmente ottenibile con Glutei Plus.
Con il passare del tempo la cellulite rimarrà solo un lontano ricordo e la tua prova costume sarà superata.
Avere un bel lato B rafforzerà la tua autostima e la fiducia in te stessa, e attirare l'attenzione in spiaggia ti risulterà più facile!

Spedizione e pagamenti.

Siamo perfettamente consapevoli che spesso ciò che tiene lontane la stragrande maggioranza delle persone dagli acquisti online sono i costi di spedizioni troppo alti, uniti all'obbligo di pagare anticipatamente.
In via promozionale, www.gluteipiu.it. offre la spedizione gratuita al tuo domicilio in due/tre giorni lavorativi e non da ultimo, la possibilità di pagare direttamente al corriere in contrassegno, così da non dover immettere i dati della tua carta di credito online.

Senza rischi e ad un prezzo assolutamente accessibile, Glutei Plus è la soluzione ideale per accompagnarti in maniera efficace alla tua prova costume.
Il tuo lato B ideale è finalmente alla tua portata, senza doverti rivolgere a prodotti costosissimi che spesso non sono nelle possibilità delle tasche comuni.
Se fino ad oggi sei sempre stata timorosa nel rivolgerti a prodotti di questa qualità, ora non ne hai più motivo.
 

Read Full Article

Se facessimo una ricerca su internet, dopo aver verificato la nostra copertura ADSL, scopriremmo che la nostra pelle è vittima, esattamente come l’ambiente che ci circonda, dell’inquinamento ambientale. Molte ricerche, infatti, dimostrano che il danno cutaneo provocato dall’inquinamento è oggi giorno un problema globale, basterà digitare qualcosa su uno dei molti motori di ricerca per rendercene conto. Leonardo Celleno, dermatologo e presidente dell’Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia, spiega i rischi a cui la pelle va incontro per colpa dell’inquinamento.

Pelle, come influisce lo smog

Ma entriamo più nel dettaglio. Industrializzazione, uso crescente di combustibili fossili, elevati livelli di emissioni veicolari, incidenti e incendi presso le strutture di stoccaggio dei rifiuti, causano alti livelli di inquinamento atmosferico che raggiunge i livelli epidemici. Le ricerche dimostrano, quindi, che proprio l’esposizione alle cosiddette polveri sottili, che sottilissime diventano “nano”, contribuisce all’invecchiamento precoce della pelle. IQueste polveri possono agevolmente penetrare nella pelle. Inoltre l’inquinamento atmosferico, specialmente quello legato al traffico veicolare, in uno studio epidemiologico del 2016, sembra contribuire allo sviluppo delle lentiggini sul viso di caucasici e asiatici.

Quali pericoli corre la pelle

La continua esposizione allo “smog” favorisce quindi la proliferazione di radicali liberi e di altri enzimi che possono degradare col tempo le componenti del tessuto connettive. Dunque, la pelle ingloba sostanze nocive, invecchiamento precoce, disidratazione, desquamazione, maggiore predisposizione a irritazioni, allergie e dermatiti in generale, comparsa di macchie, aspetto spento e grigiastro. Una volta alterato il film idrolipidico, tutte le sostanze endogene penetrano più facilmente attraverso l’epidermide, esponendo la struttura cutanea a rischi maggiori.

Come proteggersi dallo smog

Ma come possiamo proteggerci dai danni causati dallo smog e dall’inquinamento ambientale sulla nostra pelle? Tra i nuovi trend del mondo della cosmetica, è diventata una vera e propria necessità proprio una protezione ad hoc della pelle attraverso prodotti specifici. Ecco perché, oltre alla protezione solare per evitare la sinergia negativa tra UVA e agenti dannosi, un’azione “anti-inquinante” alla portata di tutti è la detersione, che ha come primo compito proprio la rimozione dei residui di tossici ed inquinanti, nel modo più fisiologico possibile.

Uno step della nostra beauty routine quotidiana considerato spesso banale, ma che, invece, ha un’importanza strategica soprattutto come prima vera difesa nei confronti degli inquinanti ambientali”. Aspettiamoci, quindi, una crescita della portata anti-inquinamento dei prodotti cosmetici, che, tuttavia, dovranno indicare con sempre maggiore precisione ingredienti e principi attivi.

Read Full Article

Le mani sono le parti del corpo più in vista e che possono raccontare molto della personalità di chiunque. La cura delle mani ha sempre interessato sia gli uomini che le donne, ma non vi è dubbio che le donne – oltre alla cura delle mani in sé – si dedicano anche ad abbellire e decorare le unghie, in particolar modo, rendendole in alcuni casi delle vere e proprie opere d’arte. La nail care e la nail art hanno conosciuto negli ultimi anni un boom di popolarità in tutte le fasce di età; un posto rilevante è occupato dalla ricostruzione delle unghie che richiede, però, abilità e precisione al punto che esistono dei veri e propri corsi presso le scuole di estetica. La capitale è, insieme a Milano, una delle città in cui nascono persino le nuove tendenze, per cui non è affatto difficile trovare centri estetici per la ricostruzione delle unghie a Roma.

Breve storia sulla manicure

Fin dai tempi degli Egizi, si hanno testimonianze sull’abitudine di decorare le unghie. L’usanza di esibire unghie lunghe, colorate e mani ben curate era sinonimo di appartenenza alle classi sociali elevate, ma a partire dagli anni ’20 del secolo scorso – con l’avvento del cinema – si è diffusa la moda di avere unghie smaltate impeccabili, non particolarmente lunghe. È in quegli anni che si sviluppano le grandi industrie cosmetiche che lanciano linee dedicate alla cura delle mani, come Max Factor che già nel 1925 lanciò per primo sul mercato un esclusivo trattamento lucidante, mentre la Revlon, nel 1932, avviò la produzione in serie di smalti colorati abbinati ai rossetti. La vera e propria ricostruzione delle unghie comincia nel 1937 quando Harriet Fliegenbaum brevetta delle applicazioni – simili a quelle che sarebbero diventate le attuali tip – per allungare le unghie e molto utilizzate dalle dive del cinema hollywoodiano. L’introduzione della tecnica ad acrilico si deve, invece, al dentista Fred Slack Jr. che in seguito a un incidente che gli procurò la lesione di un’unghia provvide a “ripararla” con l’aiuto di un foglio di alluminio e un miscuglio di monomeri e polimeri per uso dentistico. Fino agli anni ’70, la tecnica di ricostruzione in acrilico era molto elitaria e diffusa tra le star. È solo a partire dagli anni ’80 e dalla produzione di nuovi prodotti in gel UV che il trattamento di ricostruzione delle unghie è diventato di uso comune e dai costi più contenuti, al punto da essere utilizzata sia come forma di bellezza estetica, sia come trattamento per la cura dell’onicofagia (chi si rosicchia le unghie).

Ricostruzione delle unghie: metodi, costi, pro e contro

Per ottenere un buon risultato e un’ottima resa nella ricostruzione delle unghie è bene affidarsi ad estetisti di professione come quelli della Scuola Estetica BSA. È bene, però, conoscere le varie tipologie e i metodi di ricostruzione prima di affidarsi a qualcuno. Le onicotecniche più diffuse sono:

  • Ricostruzione in acrilico: con resina acrilica attraverso la quale l’unghia viene rimodellata, ricostruita o allungata con l’applicazione di polveri acriliche e monomeri.
  • Ricostruzione in gel: l’unghia viene ricostruita con un gel speciale a UV che si catalizzano tramite luci a LED o ultravioletti;
  • Ricostruzione in acrigel: una soluzione di ultima generazione resistente come l’acrilico e facile da modellare come il gel, sempre con l’uso di apposite lampade a LED o UV.

Una ricostruzione completa presso un centro estetico affidabile ha costi variabili in base al trattamento e alla tipologia di unghia. I prezzi medi oscillano tra i 70 € e i 100 € la prima volta, mentre i “ritocchi” – con frequenze bi- o tri-settimanali, al massimo mensili – oscillano tra i 35 € e i 45€. Si consigliano ritocchi costanti nel tempo, perché la ricrescita – oltre a essere antiestetica – aumenta i rischi di spezzare anche l’unghia naturale.

Se da una parte la ricostruzione delle unghie ha aiutato uomini e donne a superare il problema dell’onicofagia e contribuire al benessere estetico e psicologico, dall’altra comporta dei pro e dei contro. La ricostruzione non permette di far respirare le unghie naturali che si indeboliscono nel tempo, per cui è bene lasciar trascorrere almeno un mese tra un trattamento e l’altro curando le unghie con prodotti idratanti e ri-mineralizzanti; mentre è assolutamente sconsigliata per chi soffre di unghie fragili, onicomicosi, pseudomonas e infezioni delle unghie (in questi casi occorre curare l’unghia piuttosto che nasconderla acuendone le problematiche).

Read Full Article

RACINE, Wisconsin, 15 ottobre 2018 /PRNewswire/ — SC Johnson ha annunciato in data odierna di essere stata nominata uno dei 25 migliori luoghi di lavoro al mondo dal più vasto studio annuale globale dedicato alla cultura dell”ambiente di lavoro. Su oltre 7.000 organizzazioni qualificate, SC Johnson si è aggiudicata il 18o posto nella classifica 2018 stilata da Great Place to Work®. È il sesto anno che l”azienda è presente in questa classifica prestigiosa.

‘Sono orgoglioso dei dipendenti di SC Johnson in tutto il mondo, che contribuiscono a rendere l”azienda un luogo fantastico in cui lavorare,’ ha dichiarato Fisk Johnson, presidente e amministratore delegato di SC Johnson. ‘In ciascuno dei Paesi in cui operiamo, i team di SC Johnson sono caratterizzati da un genuino cameratismo, un forte senso dello scopo e un impegno nella risoluzione dei problemi. Per noi è un onore che SC Johnson sia stata ancora una volta nominata un luogo di lavoro tra i migliori al mondo’.

Dal 2011, Great Place to Work® identifica ogni anno le organizzazioni che meglio sono capaci di creare luoghi di lavoro eccellenti nei vari Paesi in cui operano, pubblicando l”elenco dei Migliori luoghi di lavoro al mondo. Per poter entrare nella classifica, le aziende devono essere presenti in almeno cinque graduatorie dei migliori luoghi di lavoro a livello nazionale, avere almeno 5.000 dipendenti in tutto il mondo e avere il 40% della forza lavoro al di fuori del Paese in cui si trova la propria sede centrale.

La classifica dei 25 migliori luoghi di lavoro multinazionali si basa sui risultati ottenuti nelle graduatorie nazionali e su alcuni punti extra: quelli assegnati in base al numero di Paesi in cui i dipendenti dell”azienda hanno risposto ai sondaggi e quelli assegnati in base alla percentuale di forza lavoro globale dell”azienda che ha risposto ai sondaggi. Quest”anno hanno partecipato ai sondaggi oltre 7.000 organizzazioni, che rappresentano le voci di 12 milioni di dipendenti in tutto il mondo.

‘Congratulazioni ai migliori luoghi di lavoro del mondo’ ha dichiarato Michael C. Bush, amministratore delegato di Great Place to Work. ‘La creazione di una cultura con alti livelli di fiducia che abbia un forte impatto positivo sui dipendenti in tanti Paesi di tutto il mondo è una grande sfida. Queste organizzazioni hanno leader coraggiosi che hanno raccolto la sfida e fanno da avanguardia, mostrando a milioni di organizzazioni in tutto il mondo che è possibile e vantaggioso creare un eccellente luogo di lavoro per tutti.’

I migliori luoghi di lavoro di tutto il mondo
Questo risultato è solo l”ultimo di una serie di riconoscimenti che SC Johnson ha ottenuto da Great Place to Work®. Tra settembre 2017 e agosto 2018, l”azienda ha ottenuto premi nei Paesi e nelle Regioni seguenti:

  • Argentina
  • Australia
  • Brasile
  • Canada
  • America Centrale/Costa Rica
  • Germania
  • Grecia
  • India
  • Italia
  • Messico
  • Nigeria
  • Corea del Sud
  • Svizzera
  • Turchia
  • Regno Unito
  • Venezuela

SC Johnson è stata inoltre inserita dalla rivista Working Mother nella classifica delle ‘100 Migliori aziende’ – per la 30esima volta nel 2018 – e ha ottenuto un perfetto punteggio di 100% nello Human Rights Campaign Corporate Equality Index del 2017.

Chi è SC Johnson
SC Johnson è un”azienda di famiglia che ha come obiettivi la realizzazione di prodotti innovativi e di alta qualità, l”eccellenza dei luoghi di lavoro e l”impegno a lungo termine nei confronti dell”ambiente e delle comunità in cui opera. Con sede centrale negli Stati Uniti, l”azienda è uno dei principali produttori al mondo di detergenti per la casa, prodotti per la conservazione domestica, deodoranti per ambiente, insetticidi e prodotti per scarpe, nonché di prodotti professionali. Commercializza marchi famosi come GLADE®, KIWI®, OFF!®, PLEDGE®, RAID®, SCRUBBING BUBBLES®, SHOUT®, WINDEX® e ZIPLOC® negli Stati Uniti e non solo; tra i marchi commercializzati al di fuori degli Stati Uniti, citiamo AUTAN®, TANA®, BAMA®, BAYGON®, BRISE®, KABIKILLER®, KLEAR®, MR MUSCLE® e RIDSECT®. Con i suoi 132 anni di storia, l”azienda genera vendite per un valore di 10 miliardi di dollari, dà lavoro a circa 13.000 persone nel mondo e vende i propri prodotti in quasi in tutti i Paesi del mondo. www.scjohnson.com.

Informazioni su Great Place to Work®:
Great Place to Work® è una società globale di analisi delle persone e consulenza che aiuta le aziende di tutte le dimensioni a produrre migliori risultati commerciali concentrandosi sull”esperienza lavorativa di ogni dipendente: la nostra ricerca mostra una relazione chiara e diretta tra l”impegno dei dipendenti e la performance finanziaria. Emprising™, la nostra esclusiva piattaforma per sondaggi Software-as-a-Service, consente alle organizzazioni di valutare e migliorare la propria cultura e ha dimostrato di aiutarle a raggiungere il successo aziendale. Attraverso i nostri programmi di certificazione, conduciamo ogni anno indagini su più di 100 milioni di dipendenti da tutto il mondo per premiare luoghi di lavoro eccellenti in oltre 60 Paesi.

Orgogliosi di essere riconosciuti come uno dei 25 migliori luoghi di lavoro del mondo da Great Place to Work. Congratulazioni e grazie a tutti i team di SC Johnson in tutto il mondo per il loro impegno e dedizione ai nostri valori aziendali!

Logo – https://mma.prnewswire.com/media/620114/SC_Johnson_Logo.jpg

L”azienda premiata da Great Place to Work® per la sesta volta si classifica al 18o posto

Read Full Article