Categoria: Rimedi Naturali

I Succhi di Frutta Fanno Male

1 Condivisioni

I Succhi di Frutta Fanno Male

I succhi di frutta fanno male, a sostenere questa tesi è uno studio pubblicato su The Journal of Clinical Investigation. Negli ultimi anni sempre più ricerche hanno puntato il dito su questi prodotti che una volta erano pubblicizzati come bevande salutari che potevano sostituire la frutta. (1)

I succhi di frutta fanno male

Ma perché i succhi di frutta fanno male? Negli ultimi tempi l’attenzione dei ricercatori si è concentrata maggiormente sui pericoli dello zucchero e sull’importanza di mangiare frutta allo stato naturale. I risultati delle ricerche hanno evidenziato come queste bevande non possono trovare posto all’interno di una dieta sana.

I succhi di frutta fanno male sia quando acquisti quelli contenenti sciroppo di mais, sia quelli che sull’etichetta riportano “completamente naturali”. In entrambi i casi stai ottenendo un’incredibile quantità di zucchero da una bevanda che offre ben pochi benefici nutrizionali.

Sicuramente un succo composto dal 100% da succo di frutta è una scelta migliore rispetto ad un succo con sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio. Per farti un esempio però anche un bicchiere di succo d’uva naturale contiene più di 30 grammi di zucchero al suo interno.

Il Succo di Frutta Industriale fa Male, lo Studio

Secondo lo studio il fruttosio, che è presente nella maggior parte dei succhi di frutta, è associato a un aumento del grasso addominale e lombare. Un altro effetto negativo del consumo di bevande alla frutta contenenti fruttosio è che queste possono ridurre la sensibilità all’insulina.

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas che serve a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Quando l’organismo diventa meno sensibile a questo ormone, il pancreas produce più insulina per superare la resistenza e per ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Quando il corpo è costretto a compensare questa insensibilità, ecco che si diventa a rischio diabete 2 e obesità.

Durante studio è stato rilevato che un consumo per più di due settimane di fruttosio al 15/20 % del fabbisogno energetico, aumentava l’accumulo di grasso.

Altri Studi sul Fruttosio

I succhi di frutta fanno male

Ci sono altri studi che confermano che i succhi di frutta fanno male. Ovviamente ci stiamo riferendo a quelli industriali contenenti fruttosio che troviamo in vendita in ipermercato e supermercati.

Uno studio francese suggerisce che l’assunzione giornaliera fino a 50 gr di fruttosio non influisce sull’accumulo di grasso e sull’aumento di peso. (2) Uno studio dell’Università della Louisiana  sostiene che l’aumento del consumo di fruttosio che si è verificato negli ultimi 20 anni è collegato ad un aumento dell’obesità e a disturbi metabolici. (3)

Gli effetti negativi di un eccessivo consumo di fruttosio però non si fermano qui. L’assunzione di bevande analcoliche contenenti sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio è aumentata in modo parallelo all’aumento dell’obesità.

Il fruttosio è stato collegato dalla ricerca scientifica anche a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre è stata trovata un’associazione tra assunzione di fruttosio e aumento di acido urico. (4)

Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato che le donne che bevono due o più bicchieri di bevande zuccherate al giorno, possono aumentare del 35 % il rischio di malattie cardiache. (5)

I ricercatori hanno anche rilevato che l’assunzione eccessiva di fruttosio provoca l’innalzamento della pressione sanguigna. (6) C’è anche uno studio canadese che sostiene che il consumo di sostanze zuccherate con fruttosio, come i succhi di frutta, aumenta il rischio di gotta negli uomini. (7)

I Succhi di Frutta Fanno Male – Conclusioni

Come hai potuto constatare, i succhi di frutta fanno male a causa del loro elevato contenuto di zuccheri, di fruttosio in particolare. In conclusione, quando hai voglia di un succo di frutta, sostituiscilo con un frutto intero e fresco. In questo modo assumerai molti meno zuccheri rispetto a quanti ce ne sono in un bicchiere di succo di frutta, anche se questo è preparato in casa.

I Succhi di Frutta Fanno Male

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

1 Condivisioni

Fonte: I Succhi di Frutta Fanno Male

Read Full Article

L’interesse per la medicina alternativa è sempre più diffuso e convive ormai da anni coi metodi di cura di tipo tradizionale. Distinguere fra le varie tecniche e avere un approccio equilibrato alle cure naturali e olistiche, però, non è così scontato, complice la molteplicità di soluzioni proposte.

Perché la medicina alternativa è così popolare? La ricerca di un benessere completo che interessi contemporaneamente il corpo e la mente è la caratteristica che accomuna le nuove tendenze nel campo dell’alimentazione e dello stile di vita. Privilegiare le tecniche naturali è una scelta sempre più comune per intraprendere la via dell’auto guarigione: dalla fitoterapia alla meditazione orientale, le tecniche per ritrovare il benessere sono numerose e non sempre è facile distinguere gli obiettivi e i benefici che ciascuna può offrire. Prima di cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita, o di lanciarsi a capofitto in una nuova avventura, è importante informarsi ed entrare nel dettaglio di ciascuna tecnica, per capire quali vantaggi presenta. Ilgiardinodeilibri.it è una fonte completa per approfondire i temi legati alla medicina alternativa e naturale, alla crescita interiore e alla meditazione.  

I benefici della medicina alternativa

Spesso, chi si avvicina alla medicina naturale e alternativa lo fa per la volontà di ridurre il consumo di farmaci di tipo tradizionale, spaventato dagli effetti collaterali che questi possono avere. Anche il cervello, del resto, può essere visto come un grande produttore di farmaci, ovvero di sostanze in grado di influenzare il nostro benessere. La nostra condizione di salute, del resto, non è un semplice riflesso del nostro patrimonio genetico e dell’ambiente circostante, ma anche della nostra condizione interiore e della capacità di incanalare le energie. Ecco perché la meditazione e altre pratiche basate sull’autoconsapevolezza possono risultare efficaci per ritrovare l’equilibrio e migliorare le funzioni del corpo e della mente, come la respirazione e la capacità di affrontare con serenità le situazioni stressanti.

Alimentazione, fitoterapia e meditazione

Tra gli ambiti principali che interessano la medicina alternativa c’è l’alimentazione, con l’indicazione di regimi dietetici più bilanciati e mirati. Adottare un approccio consapevole, in questo ambito, è molto importante, non solo perché la dieta deve essere progettata in modo individualizzato, ma anche per evitare scelte troppo radicali e affrettate. Dalla digiunoterapia alla dieta vegana, Il Giardino dei Libri suggerisce i manuali più interessanti per migliorare le proprie conoscenze nel campo della nutrizione e seguire una sana e corretta alimentazione.

Numerosi anche gli approfondimenti rivolti a chi desidera sperimentare i benefici della fitoterapia, con ricette terapeutiche e schede dedicate alle proprietà delle singole piante. Dalla raccolta all’impiego degli oli essenziali, la natura è una grande farmacia naturale alla portata di tutti: fitoterapia e aromaterapia sono tra le tecniche più accessibili e più ampiamente utilizzate per migliorare il benessere del corpo e della mente e per alleviare i fastidi più comuni. Per chi vuole fare un passo in più e sperimentare il potere della meditazione, non mancano le guide dedicate ai chakra, al linguaggio del subconscio e alle altre tecniche per promuovere l’autorealizzazione e la crescita spirituale.

 

Read Full Article

Gli Alimenti Ultra Processati Fanno Male alla Salute

8 Condivisioni

Alimenti Ultra Processati e Salute

Secondo un recente studio francese, gli alimenti ultra processati fanno male alla salute. Sempre più prove indicano che un maggior apporto di cibi ultra processati è associato a una maggior incidenza di malattie. (1)

Gli alimenti ultra processati fanno male alla salute

Fino ad oggi, sostengono i ricercatori, l’associazione tra il consumo di alimenti ultra processati e il rischio di mortalità non è mai stata studiata. Lo studio, effettuato a febbraio 2019, come vedremo, ha esaminato le abitudini alimentari di migliaia di adulti con età superiore ai 45 anni.

Prima di prendere in considerazione i risultati dello studio francese, vediamo di capire quali sono gli alimenti ultra processati.

Quali Sono gli Alimenti Ultra Processati

Il termine ultra processati è giunto in Italia come traduzione letterale di ultra-processed food. In realtà questi alimenti, nella lingua italiana, si potrebbero chiamare cibi industriali o confezionati.

Gli alimenti ultra processati sono i cibi ottenuti da molteplici processi industriali che vengono commercializzati come alimenti già pronti, snack, dessert oppure cibi pronti in pochi minuti. Questi alimenti sono caratterizzati da un tempo di conservazione molto lungo. Ecco quali sono i più comuni alimenti ultra processati:

  • Hamburger
  • Patatine fritte
  • Bibite gassate e dolcificate
  • Gelati
  • Cereali per la colazione zuccherati
  • Zuppe già pronte
  • Snack confezionati dolce e salati
  • Biscotti, pasticcini e dolci preconfezionati
  • Hot dog e wurstel
  • Barrette di cereali
  • Snack industriali al cioccolato
  • Torte e pizze precotte
  • Bastoncini di pesce
  • Margarine
  • Creme da spalmare
  • Sciroppi e succhi di frutta
  • Bevande energetiche
  • Marmellate

I cibi processati hanno in comune alcune caratteristiche che, secondo la ricerca scientifica, possono provocare danni alla salute. Ecco quali sono:

  • Hanno un alto contenuto di sale e possono quindi causare ipertensione e problemi cardiaci.
  • Hanno uno scarso contenuto di micronutrienti come vitamine e minerali.
  • Contengono acidi grassi trans che hanno un impatto negativo sul colesterolo cattivo LDL.
  • Sono poveri di acidi grassi omega 3, composti benefici per l’organismo.
  • Hanno un basso contenuto di fibra alimentare.
  • Spesso contengono conservanti come i nitrati ed emulsionanti. Questi composti sono ritenuti dannosi per la salute.
  • Spesso portano assuefazione, il che peggiora la situazione.

Gli alimenti ultra processati fanno male alla salute

Gli alimenti ultra processati fanno male alla salute

Gli Alimenti Ultra Processati Fanno Male alla Salute

Lo Studio

Lo studio, condotto all’Università della Sorbona, ha esaminato 44.551 tra uomini e donne con un’età superiore ai 45 anni. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista JAMA Internal Medicine. La dieta di queste persone e il loro stato di salute sono stati monitorati per un periodo di 7 anni. L’età media dei partecipanti era di 57 anni e il 73 % era costituito da donne.

Al termine dello studio i risultati hanno evidenziato che per ogni aumento del 10 % di consumo di alimenti ultra processati, corrispondeva una aumento del 14 % del rischio di morte.

Durante i 7 anni di monitoraggio si sono verificati 602 decessi. Di questi decessi 219 sono stati causati da neoplasie mentre 34 decessi sono avvenuti a causa di malattie cardiache. Il team di ricercatori ha notato che l’alto contenuto di sale nei cibi elaborati è associato al tumore allo stomaco e alle malattie cardiache. Lo zucchero raffinato invece, presente in alte quantità nel cibo spazzatura, è legato al diabete, alle malattie cardiache e alla sindrome metabolica.

Oltretutto gli alimenti ultra processati hanno un bassissimo contenuto di fibre e questo rappresenta un ulteriore danno per la salute.

Gli Alimenti Ultra Processati Fanno Male: Conclusioni

Secondo i ricercatori quindi, gli alimenti ultra processati fanno male alla salute. Lo stesso team di ricercatori afferma:

I risultati di questo studio prospettico su una grande coorte francese suggeriscono per la prima volta che un maggior consumo di alimenti ultra processati nella dieta è associato a un più alto rischio di mortalità complessiva

Secondo i ricercatori, i produttori stanno commercializzando in modo aggressivo questi alimenti a cui vengono riservate aree ad alta visibilità nei supermercati.

Anche se gli alimenti ultra processati fanno male alla salute, le persone li acquistano ugualmente. Questo avviene a causa dei loro costi più contenuti, alla facilità di preparazione e a un  periodo di conservazione più lungo.

Negli ultimi decenni il consumo di cibi ultra processati è aumentato notevolmente. In futuro questo potrebbe causare un aumento di decessi per malattie non trasmissibili.

Gli Alimenti Ultra Processati Fanno Male alla Salute

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

8 Condivisioni

Fonte: Gli Alimenti Ultra Processati Fanno Male alla Salute

Read Full Article

Perdere peso velocemente è probabilmente il desiderio della maggior parte delle persone che hanno problemi di peso in eccesso, in particolare dopo essersi sottoposte per un lungo periodo a diete restrittive ottenendo risultati molto insoddisfacenti.

Sarà questo uno dei tanti motivi ad aver avvicinano un buon numero di persone con problemi di peso alla crioterapia, ovvero la terapia del freddo, che ha superato i confini della pratica clinica e si è fatta strada nei saloni di bellezza.

Negli Stati Uniti dimagrire con la crioterapia è la nuova tendenza, sono tantissime le star di Hollywood che si sottopongono a trattamenti estetici con effetti dimagranti e rinvigorenti.

Crioterapia Macchine

Ci sono macchinari per crioterapia che hanno riscosso molto successo anche tra VIP e sportivi che vengono utilizzati per restare in forma e per ottenere vantaggi di benessere generale, una di questi macchine per la crioterapia è la criosauna Cryosense.

La crioterapia per dimagrire trova il suo impiego nella medicina fisio-estetica grazie a numerosi studi che hanno evidenziato come il trattamento porti a necrosi le cellule di grasso e consenta una riduzione significativa del grasso corporeo in eccesso.

Bruciare calorie con il freddo

La Cryothermolipolisi è un trattamento non invasivo, completamente indolore che consiste nel raffreddamento controllato delle cellule di grasso con lo scopo di innescare il processo di lipolisi.

Viene eseguita in ambulatorio mediante un manipolo freddo di forma cilindrica che viene posta sulla zona da trattare.

Con questo sistema che comporta l’abbassamento della temperatura, avviene il decadimento della cellula adipocitaria, inoltre, grazie al processo di raffreddamento, anche gli adipociti che non hanno inizialmente risentito dell’abbassamento della temperatura, vengono colpiti e riassorbiti.

Per cui bruciare calorie con il freddo è possibile, i primi risultati concreti si notano dopo 4/8 applicazioni.

Effetto termogenico

È chiaro che con la crioterapia è possibile perdere massa grassa, il processo viene chiamato effetto termogenico, ma cosa vuol dire?

Quando il corpo viene sottoposto a molto freddo o a molto caldo, vengono bruciate calorie nel tentativo di riportare una temperatura corporea adeguata.

Quando l’esposizione a temperature minori è più lunga, si assiste a una conversione degli adipociti beige in bruni, il grasso bruno è quello che si attiva nei processi termogenici.

L’adipe, il tessuto bianco adiposo, presente soprattutto nei neonati e nei magri, funziona da “isolante” termico e rende inutile l’attivazione del grasso bruno, che è inferiore nei grassi.

Ne consegue che chi ha più tessuto adiposo bianco bruci meno calorie stando al freddo, mentre chi ne ha più bruno, riesce a sfruttare la crioterapia per dimagrire.

Metodica definitiva o momentanea?

La metodica di applicazione permette di ridurre le cellule adipose a livello locale, ovvero dove viene effettuato il trattamento, il grasso può riformarsi a distanza di tempo a seconda delle condizioni soggettive del paziente, dal suo metabolismo, dalla sua dieta e dal movimento.

La metodica è da intendersi definitiva nei limiti del ripristino delle condizioni dietetiche, fisiologiche e comportamentali di chi si sottopone al trattamento.

Il primo miglioramento dell’aspetto estetico della pelle è visibile fin dal primo trattamento, che appare più tonica e in alcuni casi, si nota anche una riduzione di volume, ma i primi veri risultati concreti si iniziano a vedere dopo la quarta seduta. Si consiglia di effettuare un solo trattamento a settimana.

Read Full Article

Gambero: Proprietà e Benefici

4 Condivisioni

Gambero

Le proprietà e i benefici del gambero sulla salute umana sono un po’ controversi. Per poterli consumare in tutta sicurezza occorre informarsi sulla loro provenienza. Quelli d’allevamento infatti sono spesso pericolosi per la salute.


Con il nome gambero si identificano diverse specie di crostacei appartenenti prevalentemente all’ordine dei decapodi. Nei nostri supermercati ad esempio, sono molto diffuse le mazzancolle. Questa specie di crostacei, per comodità, viene comunemente chiamata gambero o gamberetto.

Il gambero ha un corpo suddivido in tre parti: testa, torace e addome. La loro attività è prevalentemente notturna. Di notte questi animaletti vanno a caccia di prede, con l’aiuto delle antenne per localizzarle e delle chele per afferrarle.

Indice

gamberi hanno discrete proprietà nutritive e contengono iodio, un oligoelemento che è difficile trovare in altri cibi. Si tratta di un alimento molto consumato in tutte le parti del mondo. La forte domanda di gamberi e gamberetti ha però portato i produttori ad utilizzare tecniche intensive di allevamento.

Tali tecniche, come vedremo in seguito, oltre a prevedere l’uso di antibiotici, creano ambienti di allevamento malsani e pericolosi per la salute. In questo modo non solo si azzerano i benefici ma si mette seriamente in pericolo la salute dei consumatori finali.

Gamberi e gamberetti, invece di essere pescati in mare, vengono allevati in stagni artificiali che contengono una miscela di acqua di mare e acqua dolce. Il paese che esporta maggiormente questo prodotto è la Thailandia, seguita da Ecuador, Indonesia, Vietnam, Cina e Messico.

Uno studio giapponese conferma che l’allevamento dei gamberi in tutto il mondo è interessato da diversi problemi. Malattie, uso di antibiotici e fattori ambientali sono solo alcuni. (1)

Composizione Chimica

Composizione Chimica per 100 gr di gambero cotto

Acqua g 77,3
Proteine g 20,9
Carboidrati g 0
Grassi g 1,1
Ceneri g 1,6
Omega 3 mg 347
Omega 6 mg 21
Colesterolo mg 195
Minerali
Calcio mg 39
Ferro mg 3,1
Magnesio mg 34
Fosforo mg 376
Potassio mg 182
Sodio mg 224
Zinco mg 1,6
Rame mg 0,2
Manganese mg 0
Selenio mcg 39,6
Vitamine
Vitamina A IU 225
B1 mg 0
B2 mg 0
B3 mg 2,6
B5 mg 0,3
B6 mg 0,1
Vitamina C mg 2,2
Vitamina E mg 1,4
Vitamina J mg 80,9
Folati mcg 4

Fonte: Nutritiondata

Calorie

100 grammi di gamberi hanno una resa caloria pari a 99 kcal.

Gambero: Proprietà e Benefici

Ricchi di Nutrienti e con Poche Calorie

I gamberi sono a basso contenuto di calorie e non contengono carboidrati. Il 90 % delle calorie viene fornito dalle proteine ed in piccola parte dai grassi. La loro carne contiene diverse vitamine e minerali.

Una dose di 85 grammi di gambero fornisce circa il 50 % del fabbisogno giornaliero di selenio per un adulto. Questo oligoelemento, secondo la ricerca scientifica, può aiutare a ridurre l’infiammazione e promuove la salute del cuore. (2)

Colesterolo

Quello del colesterolo presente nel gambero è un discorso controverso. Come risaputo, questi crostacei hanno un alto contenuto di colesterolo. Tale componente porta le persone ad escludere completamente i gamberi dalla loro dieta per paura di avere problemi di salute.

Alcuni studi suggeriscono che solo un quarto della popolazione è sensibile al colesterolo assunto tramite l’alimentazione. (3) Per gli altri 3/4 della popolazione il colesterolo presente negli alimenti può avere solo un piccolo impatto sui livelli di colesterolo nel sangue.(4)

Secondo la ricerca, la maggior parte del colesterolo presente nel sangue è prodotto dal fegato. Quando noi mangiamo cibi ricchi di colesterolo il fegato ne produce meno. (5)

Ci sono diversi studi che sostengono che gamberi e gamberetti contengono molti nutrienti con proprietà utili al mantenimento della salute. Antiossidanti, acidi grassi omega 3 e astaxantina ne sono un esempio. (6, 7, 8)

Salute del Cuore

Uno studio americano ha scoperto che il consumo di 300 grammi di gamberi al giorno aumenta i livelli di colesterolo buono HDL del 12 %. La stessa quantità di crostacei riduce i trigliceridi del 13 %. Entrambi questi fattori sono importanti per ridurre il rischio di malattie cardiache.

Un altro studio condotto in Corea riferisce che 365 donne che hanno consumato regolarmente crostacei, gamberi compresi, avevano trigliceridi e pressione arteriosa più bassi rispetto a chi non li consumava. (9)

Uno studio americano ha dimostrato che le persone che consumano regolarmente gamberi e gamberetti non hanno un rischio più alto di sviluppare malattie cardiache. (10)

Antiossidanti

Il principale antiossidante presente nel gambero è un carotenoide chiamato l’astaxantina che è contenuto nelle alghe. I gamberi si nutrono delle alghe e per questo sono una delle principali fonti di questo carotenoide.

Questo composto è stato oggetto di studi negli ultimi anni. I risultati hanno rivelato che il composto può proteggere dall’infiammazione e dai radicali liberi. I ricercatori ritengono che l’astaxantina protegge anche dalle malattie croniche. (11)

Inoltre questo composto ha anche effetti benefici sul cervello. Le sue proprietà svolgono un ruolo protettivo nei suoi confronti. Nello specifico, le sue proprietà antinfiammatorie possono prevenire danni alle cellule cerebrali che spesso causano perdita di memoria e malattie come l’Alzheimer.

Gambero: proprietà e benefici

Allergie

Molte persone oggi sono allergiche a gamberi, gamberetti e gamberoni. Questi crostacei sono uno degli alimenti che causano i maggiori casi di allergie alimentari insieme a pesce, arachidi, latte e soia.

Secondo gli studi i principali composti presenti nel gambero che provocano allergie sono alcune proteine: la tropomiosina, l’arginina, la chinasi e l’emocianina. Chi è allergico ai gamberi può anche andare incontro ad uno

Nei casi più moderati si possono avere problemi digestivi e reazioni cutanee dopo la loro ingestione. Se sei allergico a gamberi e gamberetti puoi solo evitare di mangiarli per non correre rischi.

Controindicazioni ed Effetti Avversi

Il Problema degli Allevamenti

Come abbiamo accennato in precedenza, la maggior parte dei gamberi che arrivano nei nostri negozi sono d’allevamento. I maggiori paesi esportatori appartengono all’Asia ed all’America centrale e meridionale. Qui, i produttori, per poter esportare grandi quantità di prodotto, mettono nelle vasche una stragrande quantità di gamberi che creano problemi di sovra popolamento.

Essendo sovrappopolato l’ambiente in cui sono allevati, l’acqua diviene presto molto inquinata dai loro rifiuti ed escrementi. Questa situazione fa si che i gamberi ed i gamberetti possano essere infettati e sviluppare malattie e parassiti.

Per risolvere questo problema gli allevatori di questi paesi utilizzano grandi quantità di antibiotici, disinfettanti e pesticidi. Queste sostanze pericolose sono illegali nei paesi occidentali ma sono permesse nei paesi che abbiamo citato precedentemente. A questo si aggiunge anche una scarsa presenza di controlli da parte dello stato su questo tipo di attività.

Alcuni più comuni contengono ossitetraciclina e ciprofloxacina. Entrambi i composti vengono usati per curare le infezioni umane. Questo può aumentare il rischio che si formino batteri resistenti agli antibiotici.

Conservanti

Un altro aspetto a cui i spesso non si fa molto caso sono i conservanti. Uno dei conservanti che si usa per prevenire lo scolorimento del gambero è il 4-esilresorcinolo.

Secondo uno studio pubblicato dalla American Chemical Society, questo conservante ha effetti simili agli estrogeni. Durante gli studi questo composto ha dimostrato di aumentare il rischio di tumore al seno nelle donne. Negli uomini invece riduce il numero di spermatozoi. (

Come puoi vedere dalla prima etichetta i gamberi sono stati pescati nell’Oceano Atlantico. Nel secondo caso invece le mazzancolle sono state allevate in Ecuador, che è proprio uno di quei paesi che andrebbero evitati.

In ultimo ti consiglio di consumare questo alimento in modo saltuario e non regolarmente per evitare che i conservanti abbiano un effetto negativo sulla tua salute.

Curiosità

Uno dei problemi quando cuciniamo il gambero è che al termine della cottura risulta gommoso. Questo capita perché viene cotto troppo a lungo. La prossima volta prova a diminuire i tempi di cottura ed avrai un prodotto finale più tenero da mangiare.

L’ordine dei Decapodi a cui appartengono le maggiori specie di gambero significa che hanno dieci gambe.

Nella tradizione popolare si crede che il gambero cammini all’indietro. In realtà questo non è vero perché questi crostacei camminano normalmente in avanti. Capita, se vengono spaventati, che facciano un balzo improvviso all’indietro. Da questo loro comportamento probabilmente è nato questo modo di dire.

Gambero: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

4 Condivisioni

Fonte: Gambero: Proprietà e Benefici

Read Full Article

Cozze: Proprietà e Benefici

5 Condivisioni

Cozze

Le cozze sono molluschi con buone proprietà organolettiche che vengono apprezzati in tutto il mondo. Il loro consumo può apportare alcuni benefici alla salute, vediamo quali


Le cozze o mitili, nome scientifico Mytilus galloprovincialis, sono molluschi bivalve appartenenti alla famiglia Mytilidae. In Italia, a seconda della zona geografica, vengono anche chiamate muscoli, pedoli, peoci e mòscioli. A Livorno vengono chiamate datteri.

Cozze: proprietà e benefici

Le cozze sono frutti di mare molto apprezzati ed è per questo che vengono allevate in tutto il mar Mediterraneo. L’allevamento in vivai di questi molluschi prende il nome di miticoltura.

I mitili sono dotati di branchie e lamelle che servono per respirare ma anche per trattenere il cibo e nutrire il mollusco. L’alimentazione delle cozze è costituita principalmente da plancton.

Indice

Questi molluschi generalmente vivono vicino alle coste, attaccati ad un substrato solido come ad esempio gli scogli. Per aggrapparsi saldamente alle rocce, questi organismi acquatici utilizzano i fili di bisso. I mitili oltre che dall’uomo vengono predate dalle stelle marine, da alcune specie di uccelli marini e da numerose specie di gasteropodi predatori.

Esistono diverse specie di cozze, alcune vivono in acqua dolce ed altre in acqua salata. Oltre alle zone costiere poco profonde quindi, le possiamo trovare anche vicino ai bordi di stagni e laghi. Quelle d’acqua dolce in genere non vengono consumate in quanto producono perle d’acqua.

Le cozze vengono consumate in diversi modi tra i quali i più comuni sono:

  • In pentola o padella con prezzemolo e limone (alla marinara)
  • Gratinate al forno
  • Fritte in pastella
  • Ingrediente di spiedini di pesce

Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 gr di cozze

Acqua g 80,58
Proteine g 12
Carboidrati g 3,7
Grassi g 2,24
Fibre 0
Zuccheri g 0
Ceneri g 1,59
Omega 3 mg 489
Omega 6 mg 18
Minerali
Calcio mg 26
 Rame mg 0,094
Ferro mg 3,95
Magnesio mg 34
Manganese mg 3,4
Fosforo mg 197
Potassio mg 320
Selenio mcg 44,8
Sodio mg 286
Zinco mg 1,60
Vitamina
Vitamina A IU 160
Vitamina, RAE mg 48
B1 mg 0,160
B2 mg 0,210
B3 mg 1,6
B5 mg 0,500
B6 mg 0,050
B12 mcg 12
Vitamina C mg 8
Vitamina E mg 0,55
Vitamina J mg 65
Vitamina K mcg 0,1
Beta Carotene mcg 0
Luteina Zeaxantina mcg 0
Folati mcg 42

Fonte: Nutritionvalue

Amminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina.

Calorie

100 grammi di parte edibile di cozze forniscono 85 kcal.

Cozze: Proprietà e Benefici

Selenio

Contengono una buona quantità di selenio. Secondo gli studi, mantenere una concentrazione fisiologica di selenio è un prerequisito per prevenire la malattia della tiroide e preservare la salute generale. L’integrazione con la forma organica è la più efficace. I pazienti con tiroidite autoimmune sembrano avere benefici nei meccanismi immunologici. L’integrazione con selenio si è rivelata clinicamente vantaggiosa in pazienti con orbitopatia di Graves da lieve a moderata. (1)

Salute del Cuore

Grazie al loro basso contenuto di grassi ed al buon contenuto di acidi grassi omega-3, questi molluschi contribuiscono a mantenere il cuore in salute. Secondo i più recenti studi, il consumo di acidi grassi a catena lunga omega-3 derivati dal pesce dimostra un effetto cardioprotettivo. (

Mitili: proprietà e benefici

Asma

In uno produzione di globuli rossi. Favorisce quindi la produzione di emoglobina che trasporta ossigeno nel corpo. Consumare cozze è quindi un buon metodo preventivo nei confronti dell’anemia.

Vitamina B12

I mitili contengono vitamina B12, la cui carenza si sviluppa soprattutto in chi non mangia cibi di origine animale. Recenti studi sembrano suggerire che la carenza di questa vitamina potrebbe essere implicata nel sorgere di alcune malattie croniche ma ulteriori studi sono necessari per avere un’evidenza scientifica.

La ricerca sostiene che alcuni indici comportamentali o psicologici legati alla demenza e alla depressione potrebbero migliorare con la supplementazione di vitamina B12. Quest’ultima dovrebbe essere raccomandata insieme alla farmacoterapia.

Il consumo di molluschi crudi cresciuti in acque non proprio pulite può portare a malattie come il colera, il tifo e l’epatite virale.

Curiosità

I fili di bisso che le cozze usano per ancorarsi alle rocce sono ora oggetto di studio per eventuali applicazioni industriali e chirurgiche. Gli studi stanno anche fornendo indicazioni utili per la costruzione dei tendini artificiali.

Le cozze vengono anche usate per la depurazione dell’acqua. In un solo giorno infatti, possono arrivare a filtrare 1.000 litri d’acqua.

L’allevamento di mitili in Italia non riesce a coprire il fabbisogno interno. Negli ultimi anni, benché la produzione sia aumentata, il nostro paese ha importato migliaia di tonnellate di cozze, la metà provenienti dalla Spagna.

In Belgio, in Olanda ed in Francia i mitili vengono consumati con le patatine fritte.

Le specie commestibili di questi molluschi sono circa 17. Quelle consumate più comunemente al mondo sono Mytilus edulis, M. galloprovincialis, M. trossellus e Perna canaliculus.

Cozze: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

5 Condivisioni

Fonte: Cozze: Proprietà e Benefici

Read Full Article

Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

10 Condivisioni

Dieta Mediterranea

La dieta mediterranea, secondo l’US News and World Report, è la migliore dieta che esista al momento. (1) Le diete in genere vanno e vengono, a seconda delle mode. Ogni periodo ha la sua dieta del momento.

Dieta mediterranea: la migliore che ci sia

La dieta mediterranea invece, grazie alle sue proprietà salutari, non passa mai di moda. A decretare il successo di questo stile alimentare però è anche la varietà, la genuinità e la squisitezza dei cibi dai quali la dieta è composta.

Secondo le statistiche, le persone che vivono nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo vivono più a lungo. Allo stesso tempo soffrono in maniera inferiore di malattie cardiovascolari e di tumori rispetto alle altre popolazioni.

Gli studi suggeriscono che la dieta mediterranea può offrire una serie variegata di benefici a lungo termine per la salute:

  • Perdita di peso
  • Salute del cuore
  • Protegge il cervello
  • Previene i tumori
  • Previene e tiene sotto controllo il diabete

Secondo i ricercatori, adottare questo stile alimentare permette di mantenere il peso forma e di evitare così malattie croniche.

Come Funziona la Dieta Mediterranea

A differenza di molte altre diete, quella mediterranea non è composta da regole ferree da seguire e con dosi prestabilite di cibo a giorni ed orari prestabiliti. Possiamo affermare che la dieta mediterranea è un modello nutrizionale che si ispira ad abitudini alimentari diffuse in alcuni paesi del bacino mediterraneo.

Nel 2013 questo modello nutrizionale è stato riconosciuto dall’UNESCO come bene protetto ed inserito nella lista dei patrimoni immateriali dell’umanità.

Questo tipo di dieta tipica delle regioni mediterranee è caratterizzata dalla presenza abbondante di alimenti di origine vegetale. Frutta, verdura, ortaggi, fagioli, patate, noci, frutta secca ed altri legumi vengono consumati regolarmente in questo modello alimentare tipico del bacino mediterraneo.

Allo stesso modo anche il pane ed i cereali vengono consumati regolarmente, preferibilmente integrali. I dolci ed il miele vengono consumati poche volte alla settimana. La principale fonte di grassi è costituita dall’olio extra vergine di oliva. Le uova fino ad un massimo di quattro a settimana.

Formaggi, latte e yogurt vengono assunti in modeste quantità quasi giornalmente. Pesce e pollo vengono consumati in piccole quantità mentre le carni rosse sono ridotte al minimo. Nella dieta mediterranea è presente anche il vino che viene consumato generalmente durante i pasti ed in quantità moderate.

Secondo gli esperti ciascuno di questi alimenti ha proprietà salutari.

Gli Studi

In un primo studio del 2019 un team di esperti ha esaminato le caratteristiche di ben 41 delle diete più popolari. Durante i test, i ricercatori hanno scoperto che tale stile alimentare è in grado di apportare benefici anche all’intestino. L’abbondanza di fibre negli alimenti infatti, contribuisce a regolarizzare i movimenti intestinali.

La dieta promuove anche la proliferazione dei batteri intestinali buoni, che sono utili anche al sistema immunitario. I suoi componenti antiossidanti ed antinfiammatori rallentano l’invecchiamento e migliorano la salute del cervello.

Dieta mediterranea: la migliore che ci sia

La dieta mediterranea tiene a bada diverse malattie, tra le quali anche il diabete ed il colesterolo alto. Il team di ricercatori era composto da un gruppo di esperti di cardiologia, di diabete, da dietologi, psicologi alimentari ed altri ancora.

Per stilare la classifica delle migliori diete, gli studiosi hanno tenuto conto di diversi fattori. Quanto è facile seguirla, la completezza nutrizionale, la capacita di produrre una perdita di peso a breve e a lungo termine, e la sua sicurezza. In ultimo si è anche tenuto conto della sua capacità di prevenire e gestire il diabete e le malattie cardiache.

Alla luce di tutto questo, è stata la dieta mediterranea ad aggiudicarsi il primo posto. Gli esperti sostengono che il fattore comune a tutte le migliori diete è l’uso di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci, frutta secca e semi. Questo stile alimentare ha anche il pregio di ridurre il consumo degli alimenti trasformati.

Il portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics ha dichiarato:

Gli alimenti nella dieta mediterranea sono davvero ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre, che sono tutti componenti chiave per ridurre il rischio di malattie croniche

Prevenzione delle Malattie Croniche

La dieta più antica del mondo. Come ritrovare la salute e la linea seguendo la «vera» dieta mediterranea

Guarda

C’è anche uno studio pubblicato sulla US National Library of Medicine National Institutes of Health che analizza le proprietà della dieta mediterranea. (2)

Nello studio sono stati esaminati minuziosamente gli effetti e l’impatto che la dieta ha sulle malattie croniche. Durante la ricerca, gli studiosi hanno confermato che l’adozione di una dieta salutare, come appunto quella mediterranea, è in grado di prevenire o ridurre il rischio di diverse malattie croniche.

Per la precisione, si è parlato di malattie cardiovascolari, sindrome metabolica, malattie neurodegenerative, tumore al senso, tumore del colon-retto e malattia infiammatoria intestinale.

Lo studio afferma che il modello alimentare della dieta mediterranea è associato ad uno stato di salute e ad una longevità migliorate. Le linee guida dietetiche 2015-2020 per gli americani hanno incluso tale dieta come un modello dietetico salutare.

Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

10 Condivisioni

Fonte: Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

Read Full Article

Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

10 Condivisioni

Dieta Mediterranea

La dieta mediterranea, secondo l’US News and World Report, è la migliore dieta che esista al momento. (1) Le diete in genere vanno e vengono, a seconda delle mode. Ogni periodo ha la sua dieta del momento.

Dieta mediterranea: la migliore che ci sia

La dieta mediterranea invece, grazie alle sue proprietà salutari, non passa mai di moda. A decretare il successo di questo stile alimentare però è anche la varietà, la genuinità e la squisitezza dei cibi dai quali la dieta è composta.

Secondo le statistiche, le persone che vivono nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo vivono più a lungo. Allo stesso tempo soffrono in maniera inferiore di malattie cardiovascolari e di tumori rispetto alle altre popolazioni.

Gli studi suggeriscono che la dieta mediterranea può offrire una serie variegata di benefici a lungo termine per la salute:

  • Perdita di peso
  • Salute del cuore
  • Protegge il cervello
  • Previene i tumori
  • Previene e tiene sotto controllo il diabete

Secondo i ricercatori, adottare questo stile alimentare permette di mantenere il peso forma e di evitare così malattie croniche.

Come Funziona la Dieta Mediterranea

A differenza di molte altre diete, quella mediterranea non è composta da regole ferree da seguire e con dosi prestabilite di cibo a giorni ed orari prestabiliti. Possiamo affermare che la dieta mediterranea è un modello nutrizionale che si ispira ad abitudini alimentari diffuse in alcuni paesi del bacino mediterraneo.

Nel 2013 questo modello nutrizionale è stato riconosciuto dall’UNESCO come bene protetto ed inserito nella lista dei patrimoni immateriali dell’umanità.

Questo tipo di dieta tipica delle regioni mediterranee è caratterizzata dalla presenza abbondante di alimenti di origine vegetale. Frutta, verdura, ortaggi, fagioli, patate, noci, frutta secca ed altri legumi vengono consumati regolarmente in questo modello alimentare tipico del bacino mediterraneo.

Allo stesso modo anche il pane ed i cereali vengono consumati regolarmente, preferibilmente integrali. I dolci ed il miele vengono consumati poche volte alla settimana. La principale fonte di grassi è costituita dall’olio extra vergine di oliva. Le uova fino ad un massimo di quattro a settimana.

Formaggi, latte e yogurt vengono assunti in modeste quantità quasi giornalmente. Pesce e pollo vengono consumati in piccole quantità mentre le carni rosse sono ridotte al minimo. Nella dieta mediterranea è presente anche il vino che viene consumato generalmente durante i pasti ed in quantità moderate.

Secondo gli esperti ciascuno di questi alimenti ha proprietà salutari.

Gli Studi

In un primo studio del 2019 un team di esperti ha esaminato le caratteristiche di ben 41 delle diete più popolari. Durante i test, i ricercatori hanno scoperto che tale stile alimentare è in grado di apportare benefici anche all’intestino. L’abbondanza di fibre negli alimenti infatti, contribuisce a regolarizzare i movimenti intestinali.

La dieta promuove anche la proliferazione dei batteri intestinali buoni, che sono utili anche al sistema immunitario. I suoi componenti antiossidanti ed antinfiammatori rallentano l’invecchiamento e migliorano la salute del cervello.

Dieta mediterranea: la migliore che ci sia

La dieta mediterranea tiene a bada diverse malattie, tra le quali anche il diabete ed il colesterolo alto. Il team di ricercatori era composto da un gruppo di esperti di cardiologia, di diabete, da dietologi, psicologi alimentari ed altri ancora.

Per stilare la classifica delle migliori diete, gli studiosi hanno tenuto conto di diversi fattori. Quanto è facile seguirla, la completezza nutrizionale, la capacita di produrre una perdita di peso a breve e a lungo termine, e la sua sicurezza. In ultimo si è anche tenuto conto della sua capacità di prevenire e gestire il diabete e le malattie cardiache.

Alla luce di tutto questo, è stata la dieta mediterranea ad aggiudicarsi il primo posto. Gli esperti sostengono che il fattore comune a tutte le migliori diete è l’uso di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci, frutta secca e semi. Questo stile alimentare ha anche il pregio di ridurre il consumo degli alimenti trasformati.

Il portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics ha dichiarato:

Gli alimenti nella dieta mediterranea sono davvero ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre, che sono tutti componenti chiave per ridurre il rischio di malattie croniche

Prevenzione delle Malattie Croniche

La dieta più antica del mondo. Come ritrovare la salute e la linea seguendo la «vera» dieta mediterranea

Guarda

C’è anche uno studio pubblicato sulla US National Library of Medicine National Institutes of Health che analizza le proprietà della dieta mediterranea. (2)

Nello studio sono stati esaminati minuziosamente gli effetti e l’impatto che la dieta ha sulle malattie croniche. Durante la ricerca, gli studiosi hanno confermato che l’adozione di una dieta salutare, come appunto quella mediterranea, è in grado di prevenire o ridurre il rischio di diverse malattie croniche.

Per la precisione, si è parlato di malattie cardiovascolari, sindrome metabolica, malattie neurodegenerative, tumore al senso, tumore del colon-retto e malattia infiammatoria intestinale.

Lo studio afferma che il modello alimentare della dieta mediterranea è associato ad uno stato di salute e ad una longevità migliorate. Le linee guida dietetiche 2015-2020 per gli americani hanno incluso tale dieta come un modello dietetico salutare.

Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

10 Condivisioni

Fonte: Dieta Mediterranea, la Migliore Dieta Che ci Sia

Read Full Article

Acciughe: Proprietà e Benefici

5 Condivisioni

Acciughe

Le acciughe sono uno dei pesci più apprezzati grazie al loro sapore, alle loro eccellenti proprietà nutrizionali (contengono acidi grassi omega3) e al loro basso contenuto di mercurio. Ecco tutti i benefici


Le acciughe, nome scientifico Engraulis encrasicolus, sono pesci marini appartenenti alla famiglia Engraulidae. Sono pesci gregari che vivono quindi in branchi durante tutti le fasi della loro vita.

Acciughe: proprietà e benefici

Le acciughe, anche note come alici, sono pesci con una grande importanza economica. Sono presenti soprattutto nell’Oceano Atlantico e nel mar Mediterraneo, dove vengono pescate con vari tipi di reti. Le loro carni sono di ottima qualità e si prestano ad essere consumate sia fresche che conservate.

A causa della pesca intensiva, il numero di questi pesci negli ultimi decenni si è ridotto notevolmente.

Indice

L’acciuga è un pesce migratorio che può raggiungere una lunghezza massima di 20 cm. Si può trovare anche a grande distanza dalle coste, alle quali però si avvicina durante il periodo della riproduzione. In estate il pesce non scende mai a profondità superiori ai 50 metri. In inverno invece, possiamo trovare le acciughe anche in acque più profonde, fino ai 180 metri in media.

Sebbene siano pesci di piccole dimensioni, le acciughe sono ricche di proteine, grassi benefici per il cuore, sali minerali e vitamine.

Composizione Chimica delle Alici

Composizione chimica per 100 gr di acciughe

Acqua g 73,37
Proteine g 20,35
Carboidrati g 0
Fibre g 0
Zuccheri g 0
Grassi g 4,84
Ceneri g 1,44
Minerali
Calcio mg 147
Rame mg 0,211
Ferro mg 3,25
Magnesio mg 41
Manganese mg 0,070
Fosforo mg 174
Potassio mg 383
Selenio mcg 36,5
Sodio mg 104
Zinco mg 1,72
Vitamine
Vitamina A mg 50
Vitamina A, RAE mcg 15
B1 mg 0,055
B2 mg 0,256
B3 mg 14,024
B5 mg 0,645
B6 mg 0,143
B12 mcg 0,62
Vitamina C mg 0
Vitamina E mg 0,57
Vitamina J mg 0
Vitamina K mcg 0,1
Beta Carotene mcg 0
Folati mcg 9

Fonte: Nutritionvalue 

Amminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina. 

Calorie

100 grammi di acciuga hanno una resa calorica pari a 131 kcal.

Acciughe: Proprietà e Benefici 

Acciuga: Proprietà e benefici

Photo Credit: Paul Asman and Jill Lenoble@ Flickr

Fonte di Proteine

L’acciuga è un pesce con un buon contenuto di proteine. Ci sono diversi studi che dimostrano che un giusto apporto di proteine ha effetti benefici sulla salute. Mangiare alimenti ricchi di proteine ha effetti benefici sulla glicemia e sulla perdita di peso. (1, 2)

Salute del Cuore

Questa è una delle proprietà più apprezzata delle alici. Gli omega 3, insieme alle vitamine ed ai minerali presenti in questo pesce, hanno un impatto benefico sulla salute del cuore. Uno studio californiano infatti suggerisce che la vitamina B3 ha un ruolo fondamentale nella riduzione del colesterolo e dei trigliceridi. (3)

Un altro studio invece afferma che l’integrazione di niacina riduce in modo significativo gli infarti e l’ictus. (4)

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition descrive le proprietà benefiche del selenio. Questo oligoelemento è particolarmente abbondante nell’acciuga. Durante la ricerca si è scoperto che un aumento del 50 % della concentrazione di selenio nel sangue riduce del 24 % il rischio di malattie coronariche.

Uno studio australiano del 2014 sostiene che gli acidi grassi omega 3 riducono infiammazione, colesterolo e pressione sanguigna. (5) 

Filetti di alici all

Guarda

Acidi Grassi Omega 3

È ormai risaputo che gli acidi grassi omega 3 hanno proprietà che apportano diversi benefici alla salute. Le alici sono una buona fonte di omega 3. Secondo l’American Heart Association è bene consumare due porzioni di pesce grasso a settimana. In alternativa è anche possibile assumere un integratore di olio di pesce. (6)

Studi recenti hanno associato il consumo di omega 3 allo sviluppo fetale, alla salute cardiovascolare e alla malattia dell’Alzheimer. Purtroppo il nostro organismo non è in grado di produrre in modo efficiente gli acidi grassi omega 3. Per questo motivo è necessario assumerli dal pesce, dall’olio di pesce oppure tramite gli integratori.

Ad oggi si ritiene che gli acidi grassi omega 3 siano gli integratori più prescritti al mondo. Se all’inizio questi acidi grassi venivano impiegati prevalentemente per la prevenzione delle malattie cardiovascolari ora le cose sono cambiate. Ora il loro impiego si estende al trattamento dei problemi gastrointestinali, psichiatrici, metabolici, renali, dermatologici, polmonari e reumatici. (

Le acciughe contengono composti preziosi per la salute delle ossa, come ad esempio il calcio e la vitamina K. Mangiare acciughe è quindi una buona abitudine che contribuisce a mantenere le ossa in salute. (

Si sconsiglia inoltre di mangiare le acciughe crude in quanto possono causare pericolose infezioni parassitarie. La cottura ed il congelamento uccidono i parassiti e rendono sicuro il consumo del pesce.

Curiosità

L’acciuga è alla base del piatto tipico piemontese chiamato bagna cauda.

Le acciughe possono vivere fino a 5 anni. La profondità massima a cui sono stati osservati questi pesci è di 400 metri.

Oltre ad essere consumata dagli esseri umani, l’acciuga rappresenta una fonte di cibo per tutti i pesci predatori che vivono nel suo ambiente.

La pesca delle alici in Perù è una delle più grandi al mondo. Il metodo principale di conservazione delle acciughe è la salamoia.

Acciughe: Proprietà e Benefici

Disclaimer

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

5 Condivisioni

Fonte: Acciughe: Proprietà e Benefici

Read Full Article

Acciughe: Proprietà e Benefici

5 Condivisioni

Acciughe

Le acciughe sono uno dei pesci più apprezzati grazie al loro sapore, alle loro eccellenti proprietà nutrizionali (contengono acidi grassi omega3) e al loro basso contenuto di mercurio. Ecco tutti i benefici


Le acciughe, nome scientifico Engraulis encrasicolus, sono pesci marini appartenenti alla famiglia Engraulidae. Sono pesci gregari che vivono quindi in branchi durante tutti le fasi della loro vita.

Acciughe: proprietà e benefici

Le acciughe, anche note come alici, sono pesci con una grande importanza economica. Sono presenti soprattutto nell’Oceano Atlantico e nel mar Mediterraneo, dove vengono pescate con vari tipi di reti. Le loro carni sono di ottima qualità e si prestano ad essere consumate sia fresche che conservate.

A causa della pesca intensiva, il numero di questi pesci negli ultimi decenni si è ridotto notevolmente.

Indice

L’acciuga è un pesce migratorio che può raggiungere una lunghezza massima di 20 cm. Si può trovare anche a grande distanza dalle coste, alle quali però si avvicina durante il periodo della riproduzione. In estate il pesce non scende mai a profondità superiori ai 50 metri. In inverno invece, possiamo trovare le acciughe anche in acque più profonde, fino ai 180 metri in media.

Sebbene siano pesci di piccole dimensioni, le acciughe sono ricche di proteine, grassi benefici per il cuore, sali minerali e vitamine.

Composizione Chimica delle Alici

Composizione chimica per 100 gr di acciughe

Acqua g 73,37
Proteine g 20,35
Carboidrati g 0
Fibre g 0
Zuccheri g 0
Grassi g 4,84
Ceneri g 1,44
Minerali
Calcio mg 147
Rame mg 0,211
Ferro mg 3,25
Magnesio mg 41
Manganese mg 0,070
Fosforo mg 174
Potassio mg 383
Selenio mcg 36,5
Sodio mg 104
Zinco mg 1,72
Vitamine
Vitamina A mg 50
Vitamina A, RAE mcg 15
B1 mg 0,055
B2 mg 0,256
B3 mg 14,024
B5 mg 0,645
B6 mg 0,143
B12 mcg 0,62
Vitamina C mg 0
Vitamina E mg 0,57
Vitamina J mg 0
Vitamina K mcg 0,1
Beta Carotene mcg 0
Folati mcg 9

Fonte: Nutritionvalue 

Amminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina. 

Calorie

100 grammi di acciuga hanno una resa calorica pari a 131 kcal.

Acciughe: Proprietà e Benefici 

Acciuga: Proprietà e benefici

Photo Credit: Paul Asman and Jill Lenoble@ Flickr

Fonte di Proteine

L’acciuga è un pesce con un buon contenuto di proteine. Ci sono diversi studi che dimostrano che un giusto apporto di proteine ha effetti benefici sulla salute. Mangiare alimenti ricchi di proteine ha effetti benefici sulla glicemia e sulla perdita di peso. (1, 2)

Salute del Cuore

Questa è una delle proprietà più apprezzata delle alici. Gli omega 3, insieme alle vitamine ed ai minerali presenti in questo pesce, hanno un impatto benefico sulla salute del cuore. Uno studio californiano infatti suggerisce che la vitamina B3 ha un ruolo fondamentale nella riduzione del colesterolo e dei trigliceridi. (3)

Un altro studio invece afferma che l’integrazione di niacina riduce in modo significativo gli infarti e l’ictus. (4)

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition descrive le proprietà benefiche del selenio. Questo oligoelemento è particolarmente abbondante nell’acciuga. Durante la ricerca si è scoperto che un aumento del 50 % della concentrazione di selenio nel sangue riduce del 24 % il rischio di malattie coronariche.

Uno studio australiano del 2014 sostiene che gli acidi grassi omega 3 riducono infiammazione, colesterolo e pressione sanguigna. (5) 

Filetti di alici all

Guarda

Acidi Grassi Omega 3

È ormai risaputo che gli acidi grassi omega 3 hanno proprietà che apportano diversi benefici alla salute. Le alici sono una buona fonte di omega 3. Secondo l’American Heart Association è bene consumare due porzioni di pesce grasso a settimana. In alternativa è anche possibile assumere un integratore di olio di pesce. (6)

Studi recenti hanno associato il consumo di omega 3 allo sviluppo fetale, alla salute cardiovascolare e alla malattia dell’Alzheimer. Purtroppo il nostro organismo non è in grado di produrre in modo efficiente gli acidi grassi omega 3. Per questo motivo è necessario assumerli dal pesce, dall’olio di pesce oppure tramite gli integratori.

Ad oggi si ritiene che gli acidi grassi omega 3 siano gli integratori più prescritti al mondo. Se all’inizio questi acidi grassi venivano impiegati prevalentemente per la prevenzione delle malattie cardiovascolari ora le cose sono cambiate. Ora il loro impiego si estende al trattamento dei problemi gastrointestinali, psichiatrici, metabolici, renali, dermatologici, polmonari e reumatici. (

Le acciughe contengono composti preziosi per la salute delle ossa, come ad esempio il calcio e la vitamina K. Mangiare acciughe è quindi una buona abitudine che contribuisce a mantenere le ossa in salute. (

Si sconsiglia inoltre di mangiare le acciughe crude in quanto possono causare pericolose infezioni parassitarie. La cottura ed il congelamento uccidono i parassiti e rendono sicuro il consumo del pesce.

Curiosità

L’acciuga è alla base del piatto tipico piemontese chiamato bagna cauda.

Le acciughe possono vivere fino a 5 anni. La profondità massima a cui sono stati osservati questi pesci è di 400 metri.

Oltre ad essere consumata dagli esseri umani, l’acciuga rappresenta una fonte di cibo per tutti i pesci predatori che vivono nel suo ambiente.

La pesca delle alici in Perù è una delle più grandi al mondo. Il metodo principale di conservazione delle acciughe è la salamoia.

Acciughe: Proprietà e Benefici

Disclaimer

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

5 Condivisioni

Fonte: Acciughe: Proprietà e Benefici

Read Full Article