Categoria: Rimedi Naturali

Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti
Scritto da Giuseppe Capano il Al di la di chi sia stata l’iniziativa in origine trovo geniale l’aver trasformato un gioco così universale e indipendente da qualsiasi tipo di macchina, energia o supporto di collegamento in un mezzo per diffondere meglio la conoscenza di base degli alimenti.
Le carte che vedete, ovviamente in foto sono solo una parte del mazzo intero, sono state regalate a mia figlia tempo fa e nel gioco vedere incrociare alimenti su alimenti con il simbolo chiaro della loro stagionalità ha scatenato una sana e salutare curiosità.

Conosceva già di per se tutti i singoli alimenti rappresentati, ma la presenza del simbolo stagionale è stata la chiave bella per ragionare sul mondo alimentare che arriva dalla madre terra.
Del perché ad esempio le ciliegie ci sono solo intorno alle settimane precedenti e seguenti al mese di giugno e le castagne a quello di ottobre.
Così come gli asparagi a maggio e i cardi a dicembre, spiegare la terra come si spiegherebbe la logica che sovraintende il funzionamento tecnologico di una macchinario moderno.
Con la differenza che qui molte delle leggi e dei meccanismi non sono opera dell’uomo, ma dipendenti da automatismi, cadenze e scelte di un entità che noi chiamiamo per convenzione natura.
O se vogliamo da un organismo vivente, la terra, che molto spesso dimostra una saggezza tanto profonda quanto sconosciuta all’uomo.
Chi ci ha preceduto e i pochi saggi di oggi hanno fatto una fatica alta per comprendere e trasmettere gli insegnamenti sui cicli naturali e su cosa sarebbe opportuno seguire e cosa no.
Una conoscenza che si sta per diversi versi perdendo in nome di concettualità che appartengono solo a una civiltà basata sul mito del consumo a prescindere.
Senza però andare su discorsi troppo filosofici semplicemente constatiamo tutti i giorni come l’ignoranza di base sul cibo si allarga a vista d’occhio.
E anzi c’è di peggio, dilaga la presunzione di sapere molto sul cibo solo per sentito dire o per aver ascoltato altri, letto cose a caso senza mai approfondire o chiedersi il perché, senza sentire il dovere morale di verificare.
Queste carte quindi servirebbero un po’ a tutti per iniziare se non altro a porsi domande su quello che a tavola portiamo ogni giorno.
E su quanto abbia senso continuare ad alimentarsi nel modo attuale distaccati completamente dalla conoscenza reale del cosa stiamo mangiando, del come è arrivato a noi e della sensatezza della sua presenza.
Se è da un mazzo di carte che dobbiamo iniziare un percorso più lungimirante a tavola ben venga, unire il gioco alla conoscenza è da sempre la via più efficiente per arrivare a una meta!!!

Carte gioco alimenti 518

Tags: cibo, Mondo alimentare, stagionalità
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Fonte: Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti

Read Full Article

Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti
Scritto da Giuseppe Capano il Al di la di chi sia stata l’iniziativa in origine trovo geniale l’aver trasformato un gioco così universale e indipendente da qualsiasi tipo di macchina, energia o supporto di collegamento in un mezzo per diffondere meglio la conoscenza di base degli alimenti.
Le carte che vedete, ovviamente in foto sono solo una parte del mazzo intero, sono state regalate a mia figlia tempo fa e nel gioco vedere incrociare alimenti su alimenti con il simbolo chiaro della loro stagionalità ha scatenato una sana e salutare curiosità.

Conosceva già di per se tutti i singoli alimenti rappresentati, ma la presenza del simbolo stagionale è stata la chiave bella per ragionare sul mondo alimentare che arriva dalla madre terra.
Del perché ad esempio le ciliegie ci sono solo intorno alle settimane precedenti e seguenti al mese di giugno e le castagne a quello di ottobre.
Così come gli asparagi a maggio e i cardi a dicembre, spiegare la terra come si spiegherebbe la logica che sovraintende il funzionamento tecnologico di una macchinario moderno.
Con la differenza che qui molte delle leggi e dei meccanismi non sono opera dell’uomo, ma dipendenti da automatismi, cadenze e scelte di un entità che noi chiamiamo per convenzione natura.
O se vogliamo da un organismo vivente, la terra, che molto spesso dimostra una saggezza tanto profonda quanto sconosciuta all’uomo.
Chi ci ha preceduto e i pochi saggi di oggi hanno fatto una fatica alta per comprendere e trasmettere gli insegnamenti sui cicli naturali e su cosa sarebbe opportuno seguire e cosa no.
Una conoscenza che si sta per diversi versi perdendo in nome di concettualità che appartengono solo a una civiltà basata sul mito del consumo a prescindere.
Senza però andare su discorsi troppo filosofici semplicemente constatiamo tutti i giorni come l’ignoranza di base sul cibo si allarga a vista d’occhio.
E anzi c’è di peggio, dilaga la presunzione di sapere molto sul cibo solo per sentito dire o per aver ascoltato altri, letto cose a caso senza mai approfondire o chiedersi il perché, senza sentire il dovere morale di verificare.
Queste carte quindi servirebbero un po’ a tutti per iniziare se non altro a porsi domande su quello che a tavola portiamo ogni giorno.
E su quanto abbia senso continuare ad alimentarsi nel modo attuale distaccati completamente dalla conoscenza reale del cosa stiamo mangiando, del come è arrivato a noi e della sensatezza della sua presenza.
Se è da un mazzo di carte che dobbiamo iniziare un percorso più lungimirante a tavola ben venga, unire il gioco alla conoscenza è da sempre la via più efficiente per arrivare a una meta!!!

Carte gioco alimenti 518

Tags: cibo, Mondo alimentare, stagionalità
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Fonte: Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti

Read Full Article

Capperi: Proprietà e Benefici – Mr. Loto

Condivisioni 312

Capperi

I capperi sono i boccioli dei fiori della pianta che prospera soprattutto nelle regioni del Mediterraneo. Grazie alle loro proprietà terapeutiche e nutrizionali erano già conosciuti in tempi antichi.

La pianta dei capperi, nome scientifico Capparis Spinosa, appartiene alla famiglia delle Capparidaceae. Le sue foglie sono tondeggianti mentre i suoi fiori sono di colore bianco e molto odorosi.

Le parti commestibili che vengono utilizzate a scopo alimentare dei capperi sono contenute nei boccioli dei fiori.

I capperi sono diffusi nell’area mediterranea e crescono in modo spontaneo sui terreni calcarei, necessitano di pochissima acqua per vivere e svilupparsi.

Indice

Sono stati utilizzati a scopo gastronomico fin dai tempi più antichi. Il medico e farmacista greco Dioscoride, nel 70 d.C. circa,  ne parlò nella sua opera De Materia Medica. Qui li descriveva come un alimento diuretico ed efficace contro il mal di denti.

La raccolta avviene nei mesi estivi in coincidenza con il periodo di fioritura della pianta, in particolare è importante che vengano colti non appena i boccioli germogliano.

Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 g di prodotto

Acqua g 83,5
Proteine g 2,3
Carboidrati g 4,9
Fibre g 3,2
Zuccheri g 0,4
Grassi g 0,8
Ceneri g 8
Minerali
Sodio mg 2960
Calcio  mg 40
Potassio  mg 40
Ferro  mg 1,6
Fosforo  mg  10
Selenio  mcg 1,2
Magnesio  mg 33
Zinco  mg 0,3
Rame  mg  0,3
Manganese  mg 0,08
Vitamine
Vitamina A IU 136
B1 mg 0,02
B2 mg 0,14
B3 mg 0,6
B5 mg 0,03
B6 mg 0,02
Vitamina C mg 4,3
Vitamina E mg 0,9
K mcg 24,5
Beta Carotene mcg 83
Folati mcg 23

Contengono inoltre rutina e quercetina (rispetto al proprio peso è la pianta che ne contiene la percentuale più elevata), una sostanza appartenente al gruppo dei flavonoidi ed in possesso di proprietà antiossidanti che sappiamo essere in grado di apportare benefici all’organismo umano.

Calorie 

Sono un alimento con poche calorie, 100 grammi hanno una resa pari a 23 kcal.

Capperi: Proprietà e Benefici

Capperi: proprietà e benefici

Antitumorali ed Antinfiammatori

Grazie alla grande quantità di quercetina, che abbiamo visto essere un antiossidante naturale, i capperi svolgono una funzione anti infiammatoria e la stessa quercetina è ora allo studio per le sue ipotetiche proprietà antitumorali.

Questi alimenti vegetali sono anche una buona fonte di vitamina E che aiuta le cellule a mantenere la loro integrità. Uno studio del 2014 ci spiega le proprietà antitumorali di questo alimento.

Emorroidi

Dalle radici della pianta si ricava una tintura oleosa che viene utilizzata per la cura delle emorroidi e per le infiammazioni della bocca.

Sistema Immunitario

Questi alimenti vegetali sono stati studiati anche per la loro capacità di rafforzare il sistema immunitario. Secondo uno studio condotto su animali i capperi sono stati in grado di potenziare il loro sistema immunitario.

Gli estratti di cappero hanno aumentato l’attività dei fagociti negli animali sottoposti ai test. Secondo uno studio recente del 2016 chi consuma questi vegetali ha sicuramente un sistema immunitario più efficiente.

Raggi Ultravioletti

I raggi ultravioletti possono essere pericolosi per la salute, infatti possono essere la causa di tumori alla pelle come il melanoma. Secondo uno studio del 2002 questi vegetali contengono composti con proprietà foto-protettive.

La loro regolare assunzione protegge la pelle dai dannosi effetti dei raggi ultravioletti. Riducono il rossore e gli eritemi provocati da una lunga esposizione ai raggi solari.

Idratano la Pelle

L’assunzione regolare di capperi apporta benefici alla pelle. Questi infatti la idratano e danno sollievo in caso di secchezza. Per approfondire puoi consultare questo studio.

Flatulenza

Hanno proprietà utili ad alleviare il mal di stomaco e la flatulenza, funzionano anche come stimolanti dell’appetito.

Anti Allergici

Un recente studio condotto dalle università di Catania e Messina ha dimostrato come questa pianta sia in possesso di sostanze con proprietà in grado di combattere alcuni tipi di allergia della pelle.

L’idea dello studio è nata dall’osservazione delle caratteristiche particolari di questa pianta che riesce a svilupparsi in territori particolarmente caldi e aridi.

Stimolanti

Ai capperi vengono riconosciute proprietà stimolanti che esplicano i loro benefici soprattutto nei confronti dell’appetito e nel processo digestivo.

Abbassa il Colesterolo

La rutina contribuisce a ridurre il tasso di colesterolo nel sangue. Funziona in particolar modo nelle persone obese ed inibisce la formazione di pericolose placche nelle arterie. In questo modo si hanno benefici per il sistema cardiovascolare. Anche i germogli della pianta contengono una sostanza utile a ridurre il colesterolo LDL, la niacina.

Per approfondire questa proprietà dei capperi puoi consultare questo studio in lingua inglese.

Capperi al Sale

Diabete

Sono un alimento utile alle persone che soffrono di diabete. La ricerca ha dimostrato che questo vegetale contiene sostanze che aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Il loro consumo inoltre migliora il funzionamento del fegato nelle persone diabetiche senza avere effetti collaterali sui reni.

Per approfondire questo argomento puoi consultare uno studio del 2015 ed uno del 2013, entrambi in lingua inglese.

Perdita di Peso

I capperi hanno un buon contenuto di fibre ed un basso apporto calorico. Questa combinazione è perfetta per chi vuole perdere peso in modo naturale. Per ottenere questo scopo è però necessario introdurli in modo naturale nella propria dieta.

Allergie

Gli estratti di Capparis Spinosa hanno mostrato di avere proprietà antiallergiche. I capperi contengono sostanze con effetti antistaminici ed altre che controllano i mastociti, composti che portano a reazioni allergiche

Secondo uno Nel caso vengano acquistati in confezioni tipo sacchetto, una volta aperti, è possibile travasarli insieme al sale in un vasetto in vetro con coperchio a vite per conservarli molto più a lungo.

Controindicazioni

Non si registrano particolari controindicazioni per i capperi, si consiglia un uso moderato alle donne in gravidanza e se ne sconsiglia l’utilizzo alle persone che si sottopongono ad interventi chirurgici in quanto fluidificano il sangue.

Secondo alcuni ricercatori vanno assolutamente evitati in gravidanza. Per approfondire consulta I capperi, essendo molto salati, possono creare dei problemi a chi soffre di ipertensione in questo caso, per eliminare una buona parte di sale, è possibile metterli a bagno nell’acqua almeno un’ora prima di consumarli.

Anche le foglie giovani della pianta, dopo essere state cotte, possono venire consumate in insalata.

La loro classificazione avviene tramite le dimensioni ed è curioso constatare come quelli più piccoli siano considerati i più pregiati.

Vengono coltivati in grande quantità nel territorio della Costa Azzurra. Ogni cespuglio può arrivare a produrre fino a 3.000 capperi durante una stagione.

I capperi migliori sono quelli conservati sotto sale, questo metodo garantisce la conservazione delle proprietà organolettiche dell’alimento in quanto evita l’utilizzo di altri additivi che sono spesso aggiunti nelle conserve sott’aceto.

Sono molto conosciuti e pregiati i capperi di Pantelleria che negli ultimi anni hanno ricevuto la certificazione IGP. In questa zona l’origine vulcanica del terreno conferisce loro un gusto particolare che non è rintracciabile in nessun’altra parte del mondo.

Nella Bibbia, nel libro Ecclesiaste, i capperi erano noti per le loro proprietà afrodisiache.

Forse non Sapevi Che

Greci e romani usavano i capperi sia a scopo alimentare che terapeutico. In Grecia in particolare, venivano impiegati per prevenire la flatulenza.

L’estratto di radice si usa in campo cosmetico. In particolar modo si usa per trattare le eruzioni cutanee e per la fragilità dei capillari.

Possono essere conservati in molti modi: sotto sale, in salamoia, sott’olio, sott’aceto e con il vino. Vengono raccolti a mano un quanto sono troppo delicati e teneri per essere raccolti meccanicamente.

I capperi piccoli sono più gustosi e saporiti rispetto a quelli grandi. Infatti sono considerati più pregiati ed hanno un costo superiore.

Capperi: Proprietà e Benefici

Versione lingua inglese

Ultimo aggiornamento 06/01/2018

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Condivisioni 312

Fonte: Capperi: Proprietà e Benefici – Mr. Loto

Read Full Article

Rimedi naturali contro l’insonnia – Bloguerrilla

Per riuscire a dormire subito non basta semplicemente augurare la buonanotte con delle immagini digitando su google “immagini buonanotte“, ma a volte è necessario anche mettere in campo delle pratiche per riuscire a rilassare la mente e il corpo, prima di addormentarsi effettivamente e andare avanti per tutta la notte con un sonno profondo e sereno. In questo senso è importante pensare magari a quando non si riesce a raggiungere quella tranquillità necessaria per dormire serenamente ed i rimedi naturali che potrebbero aiutarvi a prendere sonno di notte.
Uno dei rimedi più comuni utilizzati di tipo naturale, è senza ombra di dubbio la camomilla. Prendere la camomilla prima di andare a dormire, potrebbe essere un ottimo modo per rilassare tutti i muscoli del proprio corpo e contestualmente, anche la mente, così da poter riuscire a intraprendere un sonno duraturo e che possa garantire la tranquillità di cui avete bisogno per iniziare il mattino seguente, una nuova giornata tra impegni e preoccupazioni.

È fondamentale infatti cercare dei rimedi che possono aiutarvi per combattere qualunque tipo di problema di insonnia. Tra questi rimedi, esiste anche la valeriana. La valeriana è un erba che è in grado di riuscire a rilassare tutti nervi del corpo e vi farebbe aggiungere sonno in maniera molto rapida, senza però andare ad influire su quello che è il normale tempo di distinzione tra le ore in cui restare svegli e quelli in cui dormire.

Un altro sistema e, soprattutto un altro rimedio naturale da utilizzare quando si hanno dei problemi di insonnia, è l’uso della melatonina. La melatonina è una sostanza o ormone naturale che è in grado di rilassare la mente e il corpo, ed è sicuramente un rimedio utile da utilizzare per cercare di dormire in maniera semplice. Questa sostanza viene spesso venduta nella sua versione in pillole, sempre di tipo erboristico e fa maggiormente effetto, se viene somministrata a luci spente.
E’ in grado di farvi raggiungere quella tranquillità di cui avete bisogno per combattere i disturbi del sonno. Inoltre, in erboristeria si possono trovare numerosi composti di tisane di erbe miste, che potrebbero aiutarvi a dormire senza dover per forza ricorrere a dei medicinali che possono avere numerosi effetti controindicativi. In alcuni casi, potrebbe anche bastare semplicemente il latte e miele, per conciliare il sonno in quanto, comunque, queste sostanze di tipo naturale se somministrate calde, sono in grado di calmare alcuni fastidi di che possono verificarsi durante la notte. Se siamo dei disturbi del sonno, quindi è possibile provare questi rimedi per cercare di sconfiggerli

Fonte: Rimedi naturali contro l’insonnia – Bloguerrilla

Read Full Article