Consigli per mangiare sano quando si è anziani

Con il passare degli anni, il metabolismo e le richieste del fisico cambiano nelle persone. Questi cambiamenti, oltre a portare sostanziali modifiche del proprio modo di vivere, portano anche a un cambiamento nell’alimentazione. Vediamo alcuni consigli.

Seguire una dieta equilibrata è una parte importante delle azioni da fare per mantenersi in salute. Cosa sempre più importante man mano che si avanza con l’età. Una dieta equilibrata può aiutare a mantenere un peso forma ideale, ridurre il rischio di sviluppare condizioni di salute croniche come le malattie cardiache e il diabete.

Per soddisfare le proprie esigenze nutrizionali, è bene seguire una dieta ricca di fibre, vitamine, minerali e sostanze nutritive. Gli alimenti ricchi di zuccheri lavorati, grassi saturi e ad alto contenuto di sale dovrebbero essere ridotti al minimo possibile.

Per chi è alla ricerca di qualche suggerimento, in questo approfondimento potrà trovare una serie di spunti.

 

Come cambiano le proprie esigenze e abitudini alimentari?

Con l’avanzare dell’età, le proprie esigenze nutrizionali, l’appetito e le abitudini alimentari possono seguire una serie di cambiamenti. Cambiamenti che possono essere diversi da persona a persona.

 

Calorie

Il fattore che accumuna il maggior numero di persone, è il fatto che si avrà bisogno di un maggior numero di calorie man mano che si invecchia. Fattore che è determinato dalla minore attività fisica e dalla necessità di meno energia per eseguire i compiti della giornata.

La riduzione dell’età, che spesso porta anche dei problemi di mobilità e problemi muscolari, porta il corpo a consumare meno calorie attraverso l’attività fisica. Fattore che può anche comportare una perdita di massa muscolare e un rallentamento del metabolismo.

 

Appetito

Sono molte le persone che con l’avanzare dell’età iniziano ad avere una perdita dell’appetito. È anche comune che il senso del gusto e dell’olfatto diminuiscono. Fattori che se combinati portano a mangiare di meno.

Se si nota una perdita costante di appetito e quindi di peso, è una buona idea chiedere al proprio medico di eseguire delle analisi. In alcuni casi, questi sintomi possono essere associati ad alcune malattie.

 

Condizioni di salute

Come è stato detto poco sopra, le condizioni di salute possono portare a una riduzione del peso e a dover modificare la propria dieta. Problemi di salute cronici come il diabete, l’ipertensione o il colesterolo alto possono richiedere un drastico cambiamento nella dieta di una persona.

Ad esempio, se viene diagnosticato il diabete o il colesterolo alto, gli alimenti presenti nella propria dieta dovranno essere ricchi di sostanze nutritive ma poveri di calorie in eccesso. Zuccheri lavorati e grassi saturi, dovranno essere ridotti al minimo possibile. In alcuni casi, potrebbe essere necessario anche eliminare il sodio dalla propria dieta.

Oltre a seguire i consigli presenti in questa guida, che è bene ricordare dovranno sempre essere validati dal proprio medico curante, può essere opportuno inserire nella propria dieta una serie di integratori. Per avere una panoramica dei più utilizzati, si può visitare le pagine del portale di informazione vigilasalute.it.

Nelle pagine che compongono questo portale, sono presenti una serie di informazioni che possono rendere più facile la scelta del migliore integratore. Inoltre, sono presenti delle guide che permettono di conoscere rimedi naturali per i più comuni problemi di salute.

You might also like