Emangiomi Infantili: Sintomi, Cause e Trattamenti

Emangiomi Infantili: Sintomi, Cause e Trattamenti

Un emangioma è una forma di tumore benigno che colpisce i bambini, è per questo anche detto emangioma infantile o angioma infantile.

Colpisce le cellule dell'endotelio dei vasi sanguigni, la parete che li riveste internamente, e provoca una smisurata proliferazione delle sue cellule.

Generalmente un bambino è affetto da un solo emangioma, ma possono essercene anche più di uno in contemporanea, sparsi in luoghi diversi del corpo.

Questo tumore infatti può colpire sia la pelle, con il nome di emangioma capillare, sia gli organi interni, con il nome di emangioma cavernoso.

Le forme più comuni sono comunque quella cutanea e quella del fegato anche se non mancano casi di emangioma a cervello, occhi o stomaco.

Può essere localizzato sia sulla superficie che nell'ipoderma adiposo, con una prevalenza nelle zone di guance, labbra e palpebre superiori. La sua comparsa avviene spesso nelle prime due settimane di vita, ma non è presente fin dalla nascita, fattore che lo distingue dalle ben diverse anomalie vascolari congenite.

Vuoi saperne di più? Clicca su link per maggiori informazioni.

Sintomi

A meno che non comporti danneggiamenti a qualche organo per via del suo aumento di dimensioni, l'emangioma degli organi interni non provoca alcun sintomo.

La sua natura benigna porta ad una totale assenza di sintomi e spesso viene scoperto a causa di controlli di routine o effettuati per altri disturbi.

Capitano alcuni casi di difficoltà respiratorie, digestive o di minzione causate dalla sua crescita sproporzionata che portano alla scoperta.

L'emangioma cutaneo invece è ben visibile con un aumento di dimensioni della pelle che diventa di colore dal rosso vivo al blu/grigio a seconda della profondità del tumore.

Può assumere varie forme a seconda di come cellule e vasi sanguigni crescono che vanno da una bolla a formazioni informi con superficie zigrinata.

Non provoca generalmente dolore o fastidio e all'inizio può essere confuso con altre patologie temporanee della pelle. La diagnosi avviene tramite ecografia e TAC per accertarne dimensioni e formazione, a volte associate ad esame istologico che conferma la natura benigna.

Cause

Le cause di questo tumore sono attualmente sconosciute anche se alcuni studi hanno portato alla luce varie correlazioni. Anzitutto l'emangioma sembra essere tipico di zone di ipossia dei tessuti molli, ovvero aree poco irrorate che vanno in carenza di ossigeno.

Poi si è riscontrato un possibile fattore scatenante nell'aumento di estrogeni nel sangue che segue la nascita. Attualmente si conducono studi su un possibile ruolo del tessuto della placenta in gravidanza che però sono ancora agli inizi.

Decorso e terapia

Non provocando alcun sintomo doloroso o alcun danno il tumore non è assolutamente pericoloso anche se spesso antiestetico.

Più della metà dei casi però si riassorbe spontaneamente entro i 5 o 6 anni di vita. La quasi totalità invece scompare entro i 10 anni lasciando al massimo piccole tracce quasi invisibili.

Nel caso questo non dovesse accadere o la formazione fosse particolarmente grande e problematica esistono diverse terapie sia farmacologiche che chirurgiche.